Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Premio baronessa Luigia Sipione al MIFF

La regista Annarita Campo dedica un premio alla zia scomparsa lo scorso aprile

| di Antonio Falqui
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Bellissima iniziativa quella lanciata dalla regista Annarita Campo, Direttrice Artistica del "Milazzo International Film Festival".
Il festival questo anno oltre ad ospitare in via del tutto eccezionale l’edizione 2018 del “Belluno Film Festival” e quindi i premiati dell’anno in corso, ospiterà il premio “baronessa LUIGIA SIPIONE” dedicato alla zia della Campo.

La sig.na Sipione, scomparsa lo scorso mese di aprile, era un’insegnante di scuola materna in pensione. Figlia del barone Sebastiano Sipione, nonno della Campo, è stata insignita della Medaglia d’oro dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e dall’allora Presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Berlinguer.

La Sipione oltre ad avere un’importante famiglia dietro le spalle legata alla storia della Sicilia e a parentele di elevata fama, tra cui il Marchese Starabba di Rudinì, Presidente del Consiglio Italiano, ha purtroppo una triste storia dietro.

L’anziana infatti è stata vittima di una coppia che conosceva che l’ha derubata di tutti i suoi beni più preziosi: gioielli, pellicce, etc. facendole passare inoltre momenti drammatici per percosse e maltrattamenti subiti.

Fu proprio la regista Campo che con il suo intervento salvò l’anziana donna.

Plauso alla regista per il comportamento mostrato ed anche per questo pensiero gentile che ha avuto nei confronti della memoria della zia.

 

Nella foto: La baronessa Luigia Sipione

 

Antonio Falqui

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK