Dissacrante e deflagrante: Giorgio Montanini al Teatro Nuovo

EVENTO A MILANO

| di antonio giovanditti
| Categoria: Eventi a Milano
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Domenica 25 novembre abbiamo assistito al Teatro Nuovo di Milano allo spettacolo di Giorgio Montanini. Dopo due bravi comici che hanno "scaldato il pubblico", è salito sul palco Giorgio Montanini che ha presentato i monologhi del suo nuovo show "QUANDO STAVO DA NESSUNA PARTE". L'irriverenza graffiante, l'ironia tagliente, la sfida costante con il pubblico sono le caratteristiche principali del comedian marchigiano che propone un'ora e mezza di riflessioni acute senza alcuna censura. Gli "attacchi verbali" sono a 360°: si va dai luoghi comuni riguardanti la Chiesa e la falsa morale cattolica alle abitudini sessuali degli italiani, passando per le certezze di un Paese che è sempre più nell'abisso di una crisi di nervi.  

La stand-up comedy dell'artista non risparmia niente e nessuno e deflagra ad ogni parola, chiede il feedback del pubblico che è assorto nelle riflessioni scaturite dalle parole del mattatore sul palco. Giorgio Montanini non accetta il buonismo, non accetta le convenzioni, fa una satira spietata: il politically correct non viene minimamente preso in considerazione. È stata una serata molto interessante perchè abbiamo assistito alla distruzione di molte idee consolidate ed abbiamo ammirato la devastazione dall'alto di un unico grattacielo rimasto sulla Terra. In fondo tutto è una questione di punti di vista: di tanto in tanto non è una cattiva idea avere nuovi input ee osservare le cose da una prospettiva diversa e non allineata. 


 

antonio giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK