GEAS: LE ROSSONERE ARCHIVIANO LA PRATICA PORDENONE

GEAS - G&G International Pordenone 75 - 57

| di Antonio Giovanditti
| Categoria: Sport
STAMPA

Al PalaNat il Geas conquista agevolmente i due punti contro le giovanissime avversarie del G&G International Pordenone, società-incubatrice dei talenti Reyer, e approfitta della contemporanea sconfitta di Costa Masnaga sul campo del Sanga per portare a 4 lunghezze il vantaggio sulle seconde. È la sera del ritorno sul campo di Elisa Ercoli, che in 24’ di utilizzo ha mostrato di essersi ripresa bene dall’infortunio muscolare che l'ha tenuta fuori un mese e mezzo. Gara sempre in controllo per le padrone di casa, che incrementano via via il vantaggio, pur in un contesto di ampie rotazioni: la partita consente di far rifiatare chi ha dovuto fare gli straordinari nelle partite precedenti e un paio di ragazze febbricitanti per influenza stagionale. Il primo quarto si conclude sul + 8. Il vantaggio aumenta fino al + 22 con 1’30’’ da giocare nel secondo tempino. La terza frazione è più equilibrata (22-21), ma dal +19 di inizio quarto quarto si tocca il massimo di +26 a 2’ dal termine: la partita è in realtà già in ghiaccio dal secondo quarto, ma le friulane con 1’40’’ sul cronometro accorciano la distanza con un parziale di 10-2. Alla sirena sul tabellone si legge 75-57.

Ancora giornata di grande fatturato per Bea Barberis, che, seppur influenzata, timbra una prestazione da 25 punti, 5 rimbalzi e 26 di valutazione in 29’: in stagione sta viaggiando a 17,5 ppg (21,5 ppg nelle ultime sei gare). Ottimo ritorno di "Elison" Ercoli: in 24’ 14 punti, 12 rimbalzi (4 offensivi), 2 stoppate e 26 di valutazione con 6/6 da due e 2/2 dalla lunetta. Gara diretta egregiamente dalla regista Francesca Gambarini: 8 punti e 8 assist. Ampio spazio alle giovani: 7 rimbalzi e 4 assist per Lucia Decortes e 7 punti con 4 assist per Ilaria Panzera, prima che si trovi costretta ad abbandonare il campo per una scavigliata ad inizio quarto quarto. Notizia ancor più spiacevole poiché Ilaria avrebbe dovuto partecipare domani al raduno della nazionale Under 16, della quale è una delle trascinatrici.

Per le ragazze di coach Stefano Bonivento, nella loro miglior formazione, solida prova di Sara Madera (11 punti e 8 rimbalzi), Laura Meldere (11 punti) e Anna Togliani (7 punti e 3 assist in 18’). Pordenone rimane in penultima posizione a pari merito con Albino e Cagliari.

COACH ZANOTTI commenta così il match: “Sono soddisfatta della prestazione di stasera. Non abbiamo mai avuto timore che la partita potesse riaprirsi. Avremmo potuto vincere con uno scarto molto maggiore, ma per una volta sono lieta di guardare alle cose buone che ho visto in campo. Dispiace tantissimo per l’infortunio di Ilaria, ancor più considerando che domani sarebbe dovuta partire per il raduno della nazionale. Per quanto riguarda la questione infortuni ed acciacchi, il nostro non è ancora un periodo positivo. A parte i mali di stagione, come quelli di Barberis e Schieppati, stiamo tuttora pagando il conto della situazione d'emergenza che si è prolungata per più di un mese. Galbiati e Mariani torneranno ad allenarsi da questa settimana, con la speranza di rivederle in campo al più presto. Sabato prossimo incontreremo San Martino, squadra sotto certi aspetti simile a Pordenone, con giocatrici che presenziano anche in prima squadra (Fila San Martino, nella massima serie n.d.r.). Come per le friulane, non si sa mai fino all’ultimo momento quale squadra si affronterà. Ciò che vale per Togliani e Madera di Pordenone, vale anche per alcune di loro: con la presenza di certe giocatrici (in particolare Keys e Fassina, n.d.r.), l’assetto di squadra ed il livello cambiano nettamente”.

 

Antonio Giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK