ALLIANZ GEAS: AL PALANAT VITTORIA CONTRO LA DIKE BK NAPOLI

ALLIANZ GEAS - DIKE BK NAPOLI 75-70

| di Paolo Michielin
| Categoria: Sport
STAMPA

L'Allianz Geas e la serata perfetta: davanti ad un PalaNat sold out, le rossonere battono la Dike BK Napoli, considerata una delle quattro favorite alla vittoria del campionato, dotata di giocatrici pazzesche. 

Una grande forza è stata espressa dalla squadra: la vera chiave del gran successo, perché è proprio il collettivo ad aver tenuto la gara in equilibrio, recuperando un paio di piccoli ma pericolosi break delle talentuosissime avversarie. E nessuna incarna i valori del collettivo meglio di un’infaticabile Sophie Brunner, che gioca per tutti i 40’ e dimostra assoluta concretezza su entrambi i lati del campo: sempre presente sulle palle alte e capace di colpi di classe al tiro. Per l’ala dell’Illinois, che sta guadagnando ad ogni partita anche un’importante dimensione da esterna, doppia doppia da 19 punti (5/8 da due, 3/5 da tre), 12 rimbalzi (3 offensivi), 2 assist e 24 di valutazione. La festa è completa anche per l’applauditissimo ritorno in campo di Bibi Barberis, a nove mesi dal grave infortunio al ginocchio. L’ala rossonera ha ripreso il percorso esattamente da dove si era interrotto: reattività, agonismo e anche un paio di canestri, rimbalzi offensivi e recuperi importanti mentre molti supporter sulla tribuna sfoggiavano magliette “Bibi is back” in suo onore.

Partita combattuta e tesa fino alla fine. Le rossonere (ancora senza Loyd) partono forte, con un 7-2 in 2’40’’, e arrivano fino a +8 2’ dopo. Le partenopee rimangono in carreggiata e con i colpi di Macchi, Gabrielle e Courtney Williams, quest’ultima guardia di abbacinante talento, affondano un 5-0 che le riporta a -3. Quando, dopo 1’30’’, le padrone di casa si portano sul massimo +9 con due triple consecutive di Galbiati e Brunner, le ragazze di coach Molino trovano la forza di rispondere di nuovo con un 6-0. Il primo quarto termina in parità. La seconda frazione è molto equilibrata e l’Allianz Geas sta bene in campo anche con un “quartetto A2”, cioè di protagoniste della promozione dell’anno scorso, sostenuto da Brunner: con 3’30’’ da giocare Galbiati ed Ercoli allungano a +4, ma Napoli rientra bene e va negli spogliatoi per la pausa lunga sul -1.

A metà del terzo periodo le due Williams ospiti scavano un 6-0 che vale il +6, ritoccato poco dopo ancora da Courtney Williams, che porta le sue a +7 (di nuovo +6 a fine tempino). L’Allianz Geas ha il merito di non mollare la presa, nonostante il momento di difficoltà. Nell’ultima frazione Sesto riesce a impattare a 5’10’’ dal termine: è il momento di Brooque Williams, che sale in cattedra e delizia il pubblico con un ventaglio di differenti colpi: assist, palle recuperate, falli in attacco subìti, ma soprattutto canestri, tre dei quali sfornati uno dopo l’altro in una manciata di secondi. Sul -4 di Napoli, Gabrielle Williams tenta di risalire con 4 punti in 50’’ e altri 2 quando mancano 35’’ da giocare, ma la solita Brooque Williams mette il sigillo sulla partita con un altro jumper dal limite dell’area e con un 3/4 ai liberi che porta le padrone di casa a distanza di sicurezza a 8’’ dalla fine.

Napoli paga a caro prezzo soprattutto i troppi errori dall’arco (2/21, Tagliamento 1/7), ma la difesa Geas ha il suo peso in questa statistica. Brooque Williams chiude con 17 punti (7/14 dal campo, 3/4 dalla lunetta), 6 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperate, 5 falli subìti e 19 di valutazione. Dimostra sempre maggiore continuità e maturità Giuditta Nicolodi, che firma 11 punti (3/5 da due, 1/2 da tre, 2/4 a gioco fermo), 2 rimbalzi, 4 falli subìti e 12 di valutazione. Costanza Verona si conferma pericolosa in penetrazione ed efficace nel trovare le compagne libere: 7 punti, 4 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperate e 10 di valutazione. Brava a far valere il fisico soprattutto nel secondo quarto Elisa Ercoli, che chiude con 8 punti e 4 rimbalzi. Virginia Galbiati dà la carica alle sue soprattutto nel secondo parziale rossonero del primo quarto: per lei 5 punti e 3 assist, e una marcatura su Macchi, particolarmente fastidiosa per l’espertissima star, nonostante il grande mismatch in statura. Coraggiosa in alcune penetrazioni contro la difesa schierata la giovane Ilaria Panzera, con 3 punti, 4 rimbalzi e 2 assist. Giulia Arturi riesce a ben dettare i ritmi e a trovare le giuste spaziature con quintetti che rimangono ben dentro la gara.

Tra le napoletane, Courtney Williams è imprendibile in accelerazione in palleggio e si dimostra molto precisa dentro l’area da tre: 21 punti (9/16 da due, 3/3 ai liberi, ma 0/4 da tre), 9 rimbalzi, 3 assist, 3 steals e 25 di valutazione. Gabrielle Williams gioca una partita di assoluta continuità e termina a 24 punti (8/12 da due, 1/4 da tre, 5/7 dalla lunetta), 12 rimbalzi, 2 recuperate, 5 falli subìti e 30 di valutazione.

L’Allianz Geas sale in settima posizione con 8 punti, mentre Napoli lascia il secondo posto alla rivelazione Broni e si fa recuperare a quota 10 punti da San Martino (che ferma Schio) e da Ragusa. La prima in classifica Venezia (16 punti), ancora imbattuta, si stacca ulteriormente dalle seconde. La prossima domenica alle 18 Sesto affronterà la trasferta di Battipaglia. Ecco gli altri risultati dell’ottava giornata di campionato: Broni – Battipaglia 72-55; Ragusa – Vigarano 70-56; San Martino di Lupari – Schio 69-67; Empoli – Torino 60-75; Lucca – Venezia 54-74.

COACH ZANOTTI commenta così il match: “Nel terzo quarto mi sembrava avessimo finito la birra: siamo entrate in campo un po’ scariche, però in realtà non abbiamo permesso a Napoli di fare un break e siamo sempre state sulla partita, soprattutto difendendo con energia. Alla fine, nel quarto periodo abbiamo anche recuperato in attacco con un po’ di lucidità in più e facendo canestri importanti, come i tanti di Brooque Williams, che per tutta la partita era dovuta restare fuori per problemi di falli. Siamo riuscite a portare a casa il risultato e sono molto contenta. Siamo sempre felicissime di Sophie (Brunner, ndr) e del suo lavoro in ogni partita; siamo davvero liete della persona che è: una ragazza super, adorata da tutte quante. In campo, a parte l’inizio di campionato durante il quale forse doveva ancora conoscerci bene, adesso sta dando il meglio di sé. Senza dare mai nulla per scontato, stasera ha fatto un’ottima partita, segnando anche da tre, aspetto per noi molto importante. Quella in trasferta a Battipaglia è una gara fondamentale: dobbiamo andare lì con la testa giusta; poi penseremo a Venezia e a Schio”.
 

Paolo Michielin

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK