HOP HOP STREET FOOD: IL CIBO IN PIAZZA A SESTO

LA MANIFESTAZIONE GASTRONOMICA HA CONQUISTATO I PALATI SESTESI

| di Domenico Galli
| Categoria: Eventi a Sesto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Nel weekend del 9-10-11 Marzo si è svolto "Hop Hop Street Food", un interessante evento che ha proposto specialità gastronomiche provenienti da  varie zone sia d’Italia (presenti stand dell’Abruzzo, Alto Adige, Molise, Puglia, Sicilia...) sia dei paesi europei (come Olanda, Belgio con le sue famose birre, Ungheria, Spagna...) ed anche di altre parti del Mondo come Australia, Brasile, Argentina, Venezuela.

Leonardo Di Martino, Monzo Gaetano ed il figlio Simone (organizzatori dell'evento) hanno espresso la loro soddisfazione per la realizzazione dell'Hop Hop Festival: "Possiamo dire che ce n'era per tutti i gusti; volevamo accontentare tutti i gusti e i palati (anche i più difficili) sia nel cibo che nelle bevande". Dallo sfizioso gnocco fritto agli arancini siciliani, dai panzerotti alle olive ascolane, dagli spiedini abruzzesi a quelli siciliani e molisani: è stato un trionfo di varietà e qualità. Grande successo ha riscosso la novità, la Pucciapizza, un incrocio tra un calzone e un panzerotto. Molto apprezzate anche le buone specialità dell’Alto Adige, con il loro ottimo speck.

Grandi novità anche dal Brasile (con gli ananas fritti) e dal Venezuela (con dei magnifici tramezzini con pasta realizzata da banane venezuelane e farciti a richiesta). Molto buone anche le farine, in particolare la farina di mais, utilizzata per realizzare dei prodotti simili a cannoncini. Una delle novità che ha catalizzato l'attenzione dei visitatori è stata il Burgher con carne di canguro australiano.

Sul lato del beverage non è mancata la birra: ottime birre belghe e cecoslovacche. Ma non da sono state da meno le birre siciliane, particolarmente apprezzate. Gli amanti del vino non sono rimasti a bocca asciutta perchè hanno potuto trovare un'ampia selezione di vini nostrani.

Potevano mancare i dolci? A farla da padrone ovviamente i dolci tipici siciliani; ma hanno sorpreso anche gli stand dell’Olanda e dell’Ungheria che hanno saputo proporre alcune delle loro specialità dolciarie.

Visto il successo di questa tappa sestese, non resta che dare l'appuntamento alla prossima edizione!

Domenico Galli

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK