ASPETTANDO...SANREMO 2018: MAX GAZZÈ - DECIBEL - RED CANZIAN - ELIO E LE STORIE TESE

ATTITUDE FOR MUSIC

| di Antonio Giovanditti
STAMPA

Claudio Baglioni ha comunicato il cast artistico per il prossimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo 2018 che prenderà il via il prossimo 6 febbraio e terminerà l'10 febbraio. Dopo aver svelato i nomi degli artisti che calcheranno il prestigioso palco dell'Ariston, si è scatenata la consueta bagarre sul gradimento (o meno) dei selezionati. Ma proviamo a guardare più da vicino i 20 "big". Settimanalmente conosceremo un pò più a fondo gli artisti sanremesi, esplorandone il mondo musicale e conoscendone qualche curiosità...


1.Max Gazzè (con il brano "La leggenda di Cristalda e Pizzomunno"). L'artista romano si presenta al Festival di Sanremo per la quinta volta. In ogni sua partecipazione il cantautore di "Una musica può fare" ha donato alla kermesse ligure sempre originalità, freschezza e vitaltà. Il debutto sanremese è stato nel 1999 con "Una musica può fare" (piazzandosi all'8° posto), nel 2000 con "Il timido ubriaco" (che gli fa conquistare il 4º posto); Max torna poi nel 2008 con "Il solito sesso" (che si ferma al 12º posto) e poi nel 2013 con "Sotto casa" (che chiude al 7º posto).

2.Decibel (con il brano "Lettera dal duca"). La band capitanata da Enrico Ruggeri torna al Festival di Sanremo con un brano su cui aleggia lo spirito di David Bowie. Il nucleo storico comprende Silvio Capeccia alle tastiere, Fulvio Muzio alle chitarre e tastiere ed Enrico Ruggeri alla voce ed è attivo dal 1977. La band è partita dal punk per poi evolvere il proprio suono, arricchendolo con sfumature rock, prog e proponendo sperimentazioni sempre molto interessanti.

3.Red Canzian (con il brano "Ognuno ha il suo racconto"). La proposta musicale di questo Festival di Sanremo è molto ricca e variegata. Red Canzian (storico bassista dei Pooh) porterà sicuramente l'eleganza di un brano creato per raccontare la bellezza dell'unicità della vita. 

4.Elio e le Storie Tese (con il brano "Arrivedorci"). La storica band milanese ha da poco annunciato il ritiro dalle scene provocando un grande sconcerto da parte dei fans che veodno finire una parabola musicale ed artistica unica in Italia. Considerati i paladini del rock demenziale italiano (in maniera molto riduttiva), Elio e le storie tese puntano a lasciare il segno definitivo sul Festival di Sanremo e vogliono salutare il proprio pubblico come si deve.
 

Antonio Giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK