ASPETTANDO SANREMO 2019: SCOPRIAMO LOREDANA BERTÈ, EX-OTAGO, MOTTA, DANIELE SILVESTRI

ATTITUDE FOR MUSIC

| di Antonio Giovanditti
STAMPA

Claudio Baglioni ha comunicato il cast artistico per il prossimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo 2019 che prenderà il via il prossimo 5 febbraio e terminerà il 9 febbraio. Dopo aver svelato i nomi degli artisti che calcheranno il prestigioso palco dell'Ariston, si è scatenata la consueta bagarre sul gradimento (o meno) dei selezionati. Ma proviamo a guardare più da vicino i 24 "big". Settimanalmente conosceremo un pò più a fondo gli artisti sanremesi, esplorandone il mondo musicale e conoscendone qualche curiosità...

LOREDANA BERTÈ: non ha bisogno di presentazioni, Loredana Bertè è uno degli artisti italiani con la voce più riconoscibile. Il suo modo di essere artista è unico così come la grazia di alcune delle sue canzoni che sono entrate a far parte della memoria comune (da "Sei bellissima" a "Non sono una signora" a "Dedicato" o ancora la stupenda "In alto mare"). Ha partecipato più volte al Festival di Sanremo; l'anno che lasciò il segno fu nel 1986 quando cantò con un finto pancione fasciato in un abito nero in pelle.

EX-OTAGO: sono genovesi e si sono formati nel 2002. Hanno alle spalle anni di tour in giro su e giù per l'Italia e tante hit che hanno fatto ballare gli italiani. Maurizio Carucci (voce, tastiera, cori), Simone Bertuccini (chitarra acustica, chitarra classica, chitarra elettrica, basso, cori), Olmo Martellacci (tastiera, sintetizzatore, wurlitzer, basso, sassofono, flauto traverso, cori), Francesco Bacci (chitarra elettrica, charango, basso, armonium, cori) e Rachid Bouchabla (batteria, percussioni) sono un ensemble rodato che sicuramente stupirà sul palco dell'Ariston.

MOTTA: classe 1986, Francesco Motta è una delle rivelazioni più interessanti degli ultimi cinque anni. È stato membro dei Criminal Jokers con cui ha pubblicato "This Was Supposed To Be The Future" e "Bestie". Il suo ultimo disco "Vivere o morire" ha ottenuto la Targa Tenco 2018 come miglior disco in assoluto.

DANIELE SILVESTRI: chi non ricorda il tormentone "Salirò"? Chi non ha mai sorriso con la sua irriverente "Testardo"? Chi non si è emozionato con brani come "Aria" o "Cohiba"? Romano purosangue, classe 1968, Daniele Silvestri ha già partecipato al festival di Sanremo ed ha sempre offerto uno sguardo lucidamente originale sulla quotidianità.

Antonio Giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK