Paura del dentista: come superarla?

Beauty world

| di dott. Michele Troiano
STAMPA

L’odontofobia (paura del dentista) è un disturbo di cui soffrono migliaia di persone. Può manifestarsi come un disagio, una sensazione di discomfort o lieve ansia, fino a sfociare in veri e propri attacchi di panico, che spesso portano il soggetto a trascurare le proprie cure dentali, peggiorando così ancora di più la propria salute orale.

Ma perché tanta paura del dentista?
Innanzitutto, il dentista interviene in una zona particolare del corpo, la bocca; questa rappresenta per tutti una sfera privata che molto difficilmente, magari anche per pudore, si riesce ad aprire. Un altro motivo che spiega la paura del dentista è la particolarità degli strumenti utilizzati che indubbiamente possono rappresentare stimoli ansiogeni, come la siringa per anestesia, strumenti rotanti molto rumorosi e che producono fastidiose vibrazioni, e tutta una serie di “attrezzi” poco piacevoli già alla sola vista.

Per vincere e controllare questi fenomeni di avversione per il dentista si è rivelato molto efficace l’utilizzo della “sedazione cosciente”. Questa metodica, oltre che efficace, ha il grande pregio di essere molto sicura e di utilizzo routinario in un ambiente ambulatoriale. In cosa consiste la sedazione cosciente? Viene utilizzato un gas la cui formula chimica è N2O, ovvero il protossido d’azoto (noto comunemente col nome di gas esilarante), che viene miscelato con ossigeno puro e fatto inalare al paziente tramite una mascherina nasale.

Il risultato di questa manovra sedativa è una sensazione di rilassatezza, di serenità che però mantiene lo stato vigile del paziente totalmente inalterato; chi si sottopone a questa sedazione è, pertanto, del tutto sveglio e in grado di comprendere ciò che gli succede intorno, con la differenza che viene eliminata la componente ansiosa e fobica. E’ un tipo di sedazione che non ha controindicazioni e si può eseguire ambulatorialmente in qualsiasi studio dentistico abilitato e che possiede il macchinario per somministrare il protossido.

E’ adatto a qualsiasi fascia di età, dai bambini agli anziani, eccetto pazienti con stato di salute gravemente compromesso.
Sicuramente una buona notizia per tutti coloro che hanno paura del dentista!

dott. Michele Troiano

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK