CODICE CITRA E IL SUO MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOC

Rubrica Cucina In

| di Paolo Michielin
STAMPA

A 50 anni dalla nascita della doc Montepulciano d’Abruzzo, il principale produttore della Regione organizza un evento per celebrare l’anniversario, una Tavola Rotonda e un Talk Show moderato da Bruno Vespa 

Nata nel 1968, la DOC Montepulciano d’Abruzzo festeggia quest’anno i 50 anni della denominazione, che rappresenta il vino “principe” della regione Abruzzo e ne è diventato negli anni il simbolo enoico nel mondo, ottenendo numerosi riconoscimenti commerciali e reputazionali. Per celebrare questo importante anniversario Codice Citra, la più importante realtà vitienologica abruzzese, ha organizzato una tavola rotonda dal titolo: “Codice Citra e Il Suo Montepulciano d’Abruzzo Doc”, che si terrà domenica 6 maggio alle ore 9 presso il Teatro Fenaroli di Lanciano a cui interverranno ospiti di grande calibro del mondo vitienologico.

L’introduzione ai lavori è affidata al presidente di Codice Citra, Valentino Di Campli e, quindi, a seguire interverranno:

- Prof. A. Scienza, docente Università Cattolica di Milano, con l’intervento “Importanza della zonazione”;
- M. Odoardi, responsabile Regione Abruzzo, con l’intervento “Storia del Montepulciano”;
- N. Dragani, presidente Assoenologi Abruzzo, con l’intervento “L’evoluzione del Montepulciano d’Abruzzo DOC dal punto di vista tecnico”;
- R. Cotarella, enologo e presidente mondiale Assoenologi, nonché consulente enologico di Codice Citra, con l’intervento “Progetto Ricerca & Qualità Codice Citra”.

Ci sarà poi un Talk Show, moderato dal giornalista televisivo Bruno Vespa, dal titolo “Il Montepulciano raccontato dagli abruzzesi” che vedrà come protagonisti Niko Romito, celebre chef 3 stelle Michelin, la scrittrice Giulia Alberico, Manuela Cornelii, consigliere nazionale AIS Abruzzo ed il regista Pierluigi Di Lallo.

Infine alle ore 11:30 si terrà una degustazione tecnica guidata riservata alla stampa presente ed agli ospiti accreditati, presso l’Auditorium Diocleziano di Lanciano. L’azienda abruzzese, fondata nel 1973, raggruppa nove cantine della provincia di Chieti. È la più importante realtà produttiva vitivinicola d’Abruzzo, che unisce tecnologia, controllo e competenze di una grande azienda alla qualità e alle peculiarità del lavoro tradizionale di 3.000 soci vignaioli che coltivano 6000 ettari di vigneti.

Paolo Michielin

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK