Dente in concerto il 26 luglio al Carroponte

- Al: 26/07/2014, 23:55 | Categoria: Musica
STAMPA

Dente in concerto il 26 luglio al Carroponte.

Data: 26 luglio

Orario di inizio: 21:30

Ingresso: 10 euro

Il nuovo fenomeno del panorama cantautorale italiano, Giuseppe Peveri alias Dente, esordisce nel 2006 con il suo primo album ufficiale Anice in bocca. Sei mesi dopo pubblica il secondo, Non c'è due senza te, che verrà ristampato e distribuito nel 2010 con la Ghost Records da Venus Dischi. Nel 2008 viene distribuito l'EP Le cose che contano, realizzato con la collaborazione di Roberto Dell'Era, Enrico Gabrielli ed Enzo Cimino (membri di Afterhours e  Mariposa). Nel 2009 partecipa alla raccolta Afterhours presentano: Il paese è reale (19 artisti per un paese migliore) con la canzone Beato me, che verrà eseguita al Concerto del Primo Maggio a Roma. Nel febbraio 2009 pubblica L'amore non è bello, anticipato dal singolo Vieni a vivere e vince il Premio Italiano della Musica Indipendente per il miglior album del 2009. Nel 2010 collabora con i Perturbazione cantando Buongiorno Buonafortuna. A luglio interpreta insieme a  Il Genio Precipitevolissimevolmente, che va a comporre il disco Il Lato Beat Vol I. Inoltre collabora, fra gli altri, con Missincat nel singolo Capita, incluso Wow, e con Brunori Sas nel brano Il suo sorriso, incluso in Vol. 2 - Poveri Cristi. Nell'ottobre 2011 pubblica Io tra di noi. Nel 2012 si esibisce per la seconda volta al Concerto del Primo Maggio a Roma, iniziando la sua performance con l'esecuzione di Cuore di pietra.

A gennaio di quest'anno esce il suo quinto album, Almanacco del giorno prima. Un disco che sembra quasi la consacrazione definitiva per Dente. "E i miei pensieri sono come te/Non si contengono/Perdono tempo, si fidano del vento" (I Miei Pensieri E Viceversa): un disco in cui testi profondi, complessi, ingegnosi, impudenti e poetici sono intrecciati a una musica originale, a volte fresca come una pedalata in bicicletta in una delicata giornata di primavera, a volte penetrante, malinconica e immaginifica, naif, dalle atmosfere vintage e retrò.

Dente non assomiglia a nessuno, sogna, è liquido, intimo, strasognato, finemente ironico, appassionato: "Ho immaginato tanto e ho visto molto poco./Ho masticato l'acqua e ho digerito il fuoco./Gocce d'acqua sul sole i sogni che ho venduto bella come nessuna sei un fiore sulla luna" (Un fiore sulla luna).

Claudia Falzone

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK