18 giugno 1942: tanti auguri a Paul McCartney

L'almanacco di oggi

| di Paolo Michielin
| Categoria: Almanacco
STAMPA

Con i favolosi quattro ragazzi di Liverpool è entrato nel mito come fenomeno musicale e non solo, da solista è da oltre quarant'anni una star del rock. Semplicemente Paul McCartney.

Nato a Liverpool, la raffinata abilità di compositore emerge alla fine degli anni Cinquanta, quando incrocia sulla sua strada il concittadino e coetaneo John Lennon, che lo recluta come bassista dei Quarrymen, band ribattezzata nel 1960 come The Beatles.

Dopo aver griffato con il celebre marchio "McCartney-Lennon" successi planetari quali "Yesterday" e "Let it Be", nel 1970 continua da solista, raggiungendo le vette delle classifiche con "Tug of War" del 1982 e "Pipes of Peace" del 1983. Allontanatosi dalle scene dopo la perdita della moglie Linda nel 1998, nel nuovo millennio riprende a pieno ritmo, pubblicando una decina di album tra cover e inediti.

Vegetariano convinto, è impegnato socialmente su molti fronti, tra cui quello contro le mine antiuomo e contro la caccia alla foca. Oltre a 60 dischi d'oro e 100 milioni di singoli venduti, vanta un Grammy Award per la "miglior canzone rock", vinto con Cut Me Some Slack nel 2014. Nella primavera dello stesso anno parte con un tour di concerti in Sudamerica. Nel settembre 2018 pubblica il suo diciottesimo album: Egypt Station.

Paolo Michielin

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK