Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

29 ottobre 1971: 50 candeline per Winona Ryder

L'almanacco del giorno

redazione
Condividi su:

Attrice tra le più ricercate dai grandi registi, Winona Laura Horowitz (come risulta sul documento d'identità) ha lo stesso nome, Winona, della città del Minnesota che le ha dato i natali.

Dopo gli esordi con il regista Tim Burton, che le offre ruoli adolescenziali in pellicole fantasy, come "Beetlejuice - Spiritello Porcello" (1988) ed "Edward Mani di Forbice" (1990), compie il salto di qualità con Dracula di Bram Stoker, diretto da Francis Ford Coppola.

A 23 anni ottiene il primo prestigioso riconoscimento, il Golden Globe per la "migliore attrice non protagonista", con L'età dell'innocenza, capolavoro di Martin Scorsese, che le fa avere anche la prima nomination all'Oscar.

L'anno successivo sfiora nuovamente la "statuetta" interpretando il ruolo di Jo March, nella trasposizione cinematografica del celebre romanzo Piccole donne, firmata da Gillian Armstrong.

Premiata nel 2000 con una stella nella mitica Hollywood Walk of Fame, dopo una lunga assenza dal set, dovuta alla condanna per taccheggio (che fa emergere la sua "cleptomania"), nel 2006 torna protagonista comparendo tra gli altri in "Star Trek" (2009) e "Homefront" (2013), quest'ultimo scritto e diretto da Sylvester Stallone.

Condividi su:

Seguici su Facebook