Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

21 gennaio: auguri al maestro Uto Ughi

L'almanacco di oggi

Condividi su:


Uto Ughi: La sua mirabile abilità con l'archetto lo fa ritenere il maggiore violinista italiano della scena contemporanea ed uno dei più raffinati a livello internazionale.

Nato a Busto Arsizio e registrato all'anagrafe come Bruto Diodato Emilio Ughi, respira alta musica fin da piccolo grazie al padre violinista, alla madre cantante, alla nonna pianista e agli insegnamenti del maestro Ariodante Coggi.

Un clima che ne fa sbocciare il talento di enfant prodige, portandolo a 7 anni ad esibirsi in pubblico al Lirico di Milano, sulle note di Bach e Paganini. Affinata la tecnica con George Enescu e Riccardo Brengola, a 12 anni è già un artista maturo. Giovanissimo inizia a dare concerti nei principali teatri italiani ed internazionali, prediligendo le esibizioni in pubblico all'attività discografica.

Accademico di Santa Cecilia dal 1978, nel 1994 è insignito dell'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dal Presidente della Repubblica, per i significativi meriti in campo artistico. Tra questi, l'aver dato vita a festival e rassegne musicali di enorme rilevanza culturale, come "Omaggio a Roma" e "Omaggio a Venezia".

Condividi su:

Seguici su Facebook