Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

10 febbraio: 60 candeline per Piero Pelù

L'almanacco di oggi

Redazione
Condividi su:

Piero Pelù: È il Diablo del rock italiano, che con la potente voce da baritono lo vede protagonista da oltre trent'anni, sia come solista che come frontman dei Litfiba.

Toscano di Firenze, si accosta al mondo delle 7 note nel mito del rock anni '70, in particolare i "Black Sabbath", e del punk inglese. Il 1980 è l'anno della svolta: incontra Antonio Aiazzi, Federico "Ghigo" Renzulli, Gianni Maroccolo e Francesco Calamai e fonda i Liftiba, unendo le sonorità del "new wave" al tema del rifiuto del totalitarismo.

Gli anni Novanta consacrano il gruppo con album come "El diablo", "Terremoto" e Spirito, spaziando dall'hard rock al pop-rock elettronico e vendendo tre milioni di dischi. Dopo la separazione nel 1999, vive un decennio da solista, pubblicando il libro autobiografico "Perfetto difettoso".

Tornato in gruppo nel 2009, quattro anni dopo partecipa come coach al talent show The Voice of Italy. Nello stesso anno, a novembre, esce l'album "Identikit", anticipato dal singolo "Mille uragani". Nel 2015 firma, per Rizzoli, la sua autobiografia Identikit di un ribelle, l'anno seguente riceve il Premio De André alla carriera e pubblica Eutòpia, quattordicesimo album della band. Nel 2020 gareggia per la prima volta al Festival di Sanremo, classificandosi al quinto posto. Il 21 febbraio 2020 arriva il sesto album in studio Pugili fragili. Tra i brani Picnic all'inferno, uscito nell'ottobre 2019 e dedicato a Greta Thunberg.

Condividi su:

Seguici su Facebook