Tre mostre da non perdere a Milano

| di redazione
| Categoria: Cultura
STAMPA

Dopo un lungo periodo di chiusure, i musei hanno riaperto. Qui di seguito potete trovare le 3 mostre a Milano da non perdere per nessun motivo:

-MUSEO DEL NOVECENTO. Piazza del Duomo, 8. Aperto da martedì a venerdì (10.30-19.30, orario prolungato fino alle 20.30 il giovedì). Ingresso: 5€. In calendario fino al 27 giugno 2021.
DIVINE E AVANGUARDIE – LE DONNE NELL’ARTE RUSSA

La mostra con cui il Museo del Novecento racconta l’artista trapanese Carla Accardi, mediante un percorso che attraversa tutte le varie fasi della sua ricerca e produzione. Una settantina di opere, corredate da fotografie e documenti d’archivio, aiutano a conoscere l’artista in rapporto nel contesto storico, politico e sociale in cui operò, attraverso un percorso cronologico e tematico comprensivo di opere di vario genere: dipinti su tela e plastiche e installazioni. Donna coraggiosa e sperimentatrice, nonché prima astrattista italiana riconosciuta a livello internazionale, Accardi colpisce per l’energia vitale racchiusa nelle sue opere e nel raffinato ma potente utilizzo di colori vibranti e fluorescenti. Una mostra davvero da non perdere! 

-PALAZZO REALE. Piazza Duomo, 12. Aperto dal martedì al venerdì (10-19:30, orario prolungato fino alle 20:30 il giovedì). Ingresso: intero 14€, ridotto 6-12€. In calendario fino al 5 aprile 2021.
PERHAPS AN ASTEROID HIT

Al mondo femminile è dedicata anche la mostra di Palazzo Reale Divine e Avanguardie, incentrata sull’importante ruolo avuto nell’arte russa da parte delle donne, sia come soggetti che fautrici di capolavori. Il percorso si suddivide infatti in 8 sezioni e due grandi filoni: il primo, dedicato alla donna e al suo ruolo nella società nel corso del tempo (sante e madonne, imperatrici, contadine e operaie, intellettuali, mogli e madri), in cui le figure femminili sono protagoniste dei ritratti di grandi artisti russi; il secondo, dedicato invece alle artiste e avanguardiste che nei primi trent’anni del Novecento spiccarono grazie alle loro opere originali e innovative. Circa 90 capolavori, di cui molti approdati per la prima volta in Italia, per una mostra variegata e ben concepita che vi consigliamo di visitare. 

-GALLERIE D’ITALIA. Piazza della Scala, 6. Aperto da lunedì a venerdì (10-20). Ingresso: intero 10€, ridotto 5-8€. Consigliata la prenotazione. In calendario fino al 2 maggio 2021.
ENZO MARI CURATED BY HANS ULRICH OBRIST WITH FRANCESCA GIACOMELLI

A 250 anni dalla sua morte, nella sede milanese di Gallerie d’Italia ha luogo un’importante mostra intitolata al grande maestro veneziano Giambattista Tiepolo. A catturare l’attenzione sono, come al solito, le opere poste nella parte centrale dell’elegante Salone: in questo caso un sofisticato gioco di proiezioni che anima la grande volta, consentendo al pubblico di compiere un viaggio visivo attraverso gli affreschi realizzati da Tiepolo all’interno del Palazzo di Würzburg e in quello Reale di Madrid (considerato il punto più alto della sua carriera artistica). L’esposizione consta di una settantina di opere, tra quelle di Tiepolo e dei suoi contemporanei, e ripercorre le sue vicende artistiche e le grandi committenze nelle città della sua vita: Venezia, Milano, Dresda e Madrid. A colpire particolarmente sono l’eccezionale capacità di orchestrare composizioni che vedono protagoniste molte figure e la maestria tecnica nell’uso di colori, luci e prospettiva. Degni di nota – come sempre nelle mostre presso Galleria d’Italia – allestimento e illuminazione delle opere: aspetto fondamentale per godersi a dovere la visione dei grandi capolavori. Insomma, una delle mostre a Milano che vi consigliamo caldamente di visitare.


 

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK