Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

In metropolitana senza mascherina: scattano le multe salate

Sanzioni per chi non indossa la mascherina in metro

redazione
Condividi su:

In metropolitana è ancora in vigore l'obbligo di utilizzo della mascherina. Durante recenti controlli in diverse stazioni della metropolitana milanese sono stati "pizzicati" diversi viaggiatori senza mascherina e per loro è scattata una maxi multa da 280 euro. 

Per ovviare alla salata sanzione, l'invito è quello di indossare la mascherina all'interno delle stazioni e nei vagoni della metropolitana e di rispettare le altre regole previste dal DPCM del 14 luglio 2020: 

Obbligo mascherine: no all'aperto se a distanza, sì nei luoghi pubblici chiusi e mezzi di trasporto  

Rimane confermato “l’obbligo di usare le mascherine o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto”. All’aperto, invece, “tale obbligo si applica in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di un metro tra soggetti che non siano membri dello stesso gruppo familiare oppure conviventi. In ogni caso la mascherina deve essere sempre detenuta con sé ai fini del suo eventuale impiego”. L’obbligo di utilizzo della mascherina rimane confermato, a prescindere dal luogo di svolgimento dell’attività, per il personale che presta servizio nelle attività economiche, produttive e sociali e rimangono ulteriormente ferme le specifiche disposizioni relative a determinate attività economiche, produttive e sociali come disciplinate dalle linee guida allegate alla presente ordinanza. E’ infine richiamata la disposizione già contenuta nei precedenti provvedimenti in base alla quale “Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina di cui all’art. 9 comma 2 del D.P.C.M. dell’11 giugno 2020 ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti”.

LE DISPOSIZIONI SONO VALIDE FINO AL 31 LUGLIO 2020

Condividi su:

Seguici su Facebook