Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Devi ristrutturare casa? 5 errori da non commettere prima di iniziare

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Scegliere di ristrutturare casa non è semplice. Gli interventi edilizi e di arredamento che rinnovano la propria dimora sono spesso accompagnati da preoccupazioni e stress. I proprietari temono di non riuscire a coordinare adeguatamente gli interventi e a tenere sotto controllo costi e tempistiche.

La cosa importante da fare, in ogni caso, è di iniziare con il piede giusto, mettendo a punto una buona progettazione e programmazione. Cercare di organizzare dettagliatamente il lavoro prima di iniziarlo è sempre un ottimo modo per affrontare i momenti di vita più stressanti. Qui indichiamo 5 errori da evitare quando si decide di ristrutturare casa.

Iniziare i lavori senza aver stabilito un budget preciso

Sia che ci si rivolga a un’agenzia, sia ai singoli professionisti, è importante definire in anticipo il budget e non lasciarlo al caso. Il rischio è che si spenda molto di più di quanto si dovrebbe. Bisogna sempre tener conto degli imprevisti che possono verificarsi. Tuttavia, ci sono delle imprese che evitano di correre questo rischio assicurando anche la copertura dei costi di eventuali spese non calcolate nel preventivo. Una soluzione di questo genere viene ad esempio offerta da Riabita, un’azienda di ristrutturazioni chiavi in mano a Milano.

Scegliere un preventivo rinunciando alla qualità

Ristrutturare casa non è di certo economico. Tuttavia, scegliere materiali di qualità inferiore o accettare manodopera non professionale per risparmiare non è mai un buon investimento. Lo scopo dell’intervento è quello di migliorare le strutture in modo da rendere la casa più agibile e confortevole. Il risparmio è importante ma non deve certamente compromettere la qualità di strutture o materiali. Ci si potrebbe ritrovare dopo poco tempo a richiedere ulteriori interventi di specialisti per sanare alcune lacune architettoniche. E questo non comporta di certo un risparmio.

Piuttosto che risparmiare sulla ristrutturazione, potrebbe risultare più conveniente attivarsi per richiedere delle agevolazioni fiscali. Con i cosiddetti Bonus ristrutturazioni, Superbonus 110% o Ecobonus si possono ottenere delle detrazioni rilevanti sul costo finale dei lavori. Molte agenzie guidano i clienti nella compilazione burocratica per richiedere questo tipo di interventi.

Avviare i lavori senza avere un progetto chiaro in mente

È importante avere un’idea chiara del risultato finale in modo da poter scegliere con calma e con criterio materiali, colori, infissi e quant’altro. Sapere come si andrà a lavorare e quali sono i risultati attesi aiuta a capire cosa può funzionare e cosa è meglio evitare. Se si hanno dubbi, si può richiedere l’intervento di un architetto o di un interior designer.

Pensare già agli arredi senza considerare gli spazi

Un progetto di ristrutturazione deve comprendere anche gli arredi. Solitamente, prima si fanno i lavori e poi si vanno a comprare i mobili. In realtà, questa operazione è rischiosa perché non è detto che essi si integrino bene con pareti e pavimenti o che abbiano le dimensioni adatte. Se si scelgono i mobili durante la fase di progettazione strutturale, si possono creare degli angoli appositi che ricreino un certo tipo di atmosfera. Di conseguenza, l’effetto estetico sarà nettamente migliore e la funzionalità degli arredi sarà massimizzata. Inoltre, si riusciranno a gestire meglio gli spazi evitando di creare ambienti con mobili troppo ingombranti o, al contrario, insignificanti rispetto alla stanza.

Scegliere tanti referenti diversi

Quando si è il committente dei lavori, esserne anche il direttore è molto difficile. Non è impossibile, ma il nuovo ruolo aggiunge un notevole carico di stress non necessario visto che si può delegare tutto il coordinamento a un architetto che coordini i lavori. I professionisti specializzati in questi interventi sanno muoversi sicuramente meglio di quanto non possa fare un profano del mestiere. Al proprietario non resterà altro che la scelta dei materiali, dei colori, degli arredi e di altri piccoli e grandi dettagli. In altre parole, la parte più interessante della ristrutturazione.

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK