Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

14 luglio: 82 candeline per Renato Pozzetto

L'almanacco di oggi

Redazione
Condividi su:

Renato Pozzetto: Anche lui della "generazione del Derby", ossia di quei comici (tra loro Abatantuono, Bisio e Boldi) lanciati dallo storico locale milanese e saliti alla ribalta verso la fine degli anni Settanta.

Nato a Laveno-Mombello (in provincia di Varese), Pozzetto muove i primi passi nel cabaret, facendosi strada con il duo Cochi e Renato, che lo lega a Cochi Ponzoni per quasi 15 anni di successi tra sketch e show a teatro e in televisione. I due, insieme al cantautore Enzo Jannacci, incidono brani entrati nella memoria popolare, su tutti E la vita, la vita e Canzone intelligente.

Il debutto sul grande schermo nel 1974 lancia Pozzetto come attore, contribuendo a sciogliere il duo. Film come Oh! Serafina (1976), La patata bollente e Il ragazzo di campagna (1984) lo consacrano tra i comici più amati dal pubblico italiano. Tra i riconoscimenti ottenuti, un David di Donatello nel 1975.

Dopo una lunga pausa dal set, negli anni Duemila torna attivo soprattutto in miniserie TV, l'ultima è Casa e bottega del 2013. Due anni dopo è nel cast della commedia Ma che bella sorpresa, che gli vale una nomination al Ciak d'oro come "migliore attore non protagonista".

Nel 2021 torna sul set cinematografico per interpretare un anziano farmacista nel film Lei mi parla ancora, trasmesso poi in prima visione da Sky Cinema.

Condividi su:

Seguici su Facebook