Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

22 APRILE GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA  (L’EARTH DAY)

“Tutte le persone, a prescindere dall'etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile”

Condividi su:

22 APRILE GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA  (L’EARTH DAY)

L’Earth Day, la più grande manifestazione del pianeta. Un momento voluto dal senatore degli Stati Uniti Gaylord Nelson e prima promosso dal presidente John Fitzgerald Kennedy.

Ogni anno tutti i cittadini del mondo si uniscono per promuovere la salvaguardia della terra, coinvolgendo circa un miliardo di persone in 192 paesi del mondo.

E’ nata il 22 aprile del 1970, per la necessità di ricordare l’importanza della conservazione delle risorse naturali della Terra.  Questa giornata è diventata un momento educativo ed informativo.

Quest’idea per la prima volta fu discussa nel 1962. Erano gli anni delle proteste contro la guerra del Vietnam, ed al senatore Nelson venne l’idea di organizzare un teach-in sulle questioni ambientali. Nelson riuscì a coinvolgere anche Robert Kennedy, che l’anno seguente nel 1963, attraversò 11 Stati del Paese, tenendo una serie di conferenze che trattavano il tema ambientale.

Nel 1969 a seguito del disastro ambientale causato dalla fuoriuscita del petrolio dal pozzo della Union Oi al largo di Santa Barbara in California, Nelson decise che era arrivato il momento di portare attenzione alla questione ambientale davanti al mondo della politica ed all’opinione pubblica.

“Tutte le persone, a prescindere dall'etnia, dal sesso, dal proprio reddito o provenienza geografica, hanno il diritto ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile”.

Nel 1970 il 22 aprile, 20 milioni di cittadini si mobilitarono per la prima manifestazione a difesa della Terra.  Questa giornata prese il nome di Earth Day – Giornata della Terra.

Vari gruppi che avevano combattuto contro l’inquinamento delle fabbriche, delle centrali elettriche, dei combustibili fossili, dei rifiuti tossici, dei pesticidi, dell’estinzione della fauna selvatica, si unirono organizzando proteste contro il degrado dell’ambiente.

Questa giornata viene utilizzata dagli ecologisti per valutare le problematiche del pianeta cercando di trovare soluzioni che permettano di eliminare le nocività e gli effetti negativi che le attività dell’uomo creano. (La distruzione degli ecosistemi, l’inquinamento dell’aria, le piante e gli animali che scompaiono, la cessazione della distruzione degli habitat naturali e fondamentali, la conservazione del petrolio, dei gas fossili ecc…)

Con gli anni l’organizzazione e la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta. Si guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, si cercano rinnovamenti, si chiede all’individuo maggior responsabilità per un consumo più sostenibile, per lo sviluppo di un sistema educativo ispirato alla conservazione del nostro pianeta.

Tutti  insieme uniti con un pensiero rivolto al nostro pianeta, alla sua ed alla nostra salvezza.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook