SOLO ASSESSORI SPETTATORI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DI ASSOLOMBARDA

Comunicato stampa

| di redazione
| Categoria: Comunicati Stampa città di Sesto
STAMPA

Da Giovani Sestesi riceviamo e pubblichiamo:

Altro che "padroni a casa nostra" come recitano gli slogan del sindaco leghista Di Stefano. All'assemblea generale di Assolombarda che si è tenuta nelle scorse ore all'ombra dei capannoni delle aree ex Falck la giunta sestese era una semplice spettatrice.

Praticamente assente o quasi, solo a caccia di una comparsa. E la colpa è solo dell'Amministrazione stessa che, dopo quasi 5 anni, non è stata in grado di accreditarsi come interlocutore credibile Milano-Sesto, società proprietaria delle aree ex Falck.

Ho ascoltato con attenzione e registrato tutti gli interventi e mai (dico mai) è stato pronunciato per intero il nome della nostra città: Sesto San Giovanni. Come mai è stato rivolto un cenno all'amministrazione che la governa. Il tutto all'interno di un appuntamento importante a cui hanno preso parte e fatto gli onori di casa il Sindaco di Milano Beppe Sala e il Presidente della Regione Attilio Fontana.

Anzi, ho provato una certa vergogna nell'osservare l'atteggiamento avuto dagli "assessori spettatori" che si sono accontentati di postare il solito selfie mentre l'avv. Bonomi delineava il futuro prossimo della nostra città annunciando che lunedì prossimo prenderà il via il cantiere per la realizzazione stazione a ponte progettata da Renzo Piano, seguito a ruota da quello del San Raffaele.

La giornata di ieri avrebbe dovuto rappresentare il rilancio della città e invece si è trasformata in una messa in scena mediocre da parte di questa amministrazione.


Paolo Vino
Segretario Politico
Lista Civica Giovani Sestesi
 

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK