Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Boni: “L’Unione Europea pensa solo a fare cassa con l’immigrazione…”

"Invece di pensare a risolvere le problematiche legate all’immigrazione clandestina, i burocrati europei sono impegnati a fare cassa con l’annoso tema dei migranti”.

Condividi su:

Dall'Uff. Stampa e Comunicazione Segreteria Provinciale Lega Nord di Milano riceviamo e pubblichiamo:

In merito alle ultime proposte, formulate dall’Unione Europea sul tema dell’immigrazione, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni: “Invece di pensare a risolvere le problematiche legate all’immigrazione clandestina, senza scaricare sui singoli Paesi ogni responsabilità, - commenta Boni – i burocrati europei, con la complicità di governi neppure eletti democraticamente, come quello italiano, sono impegnati a fare cassa con l’annoso tema dei migranti”.

“Prima l’idea “grandiosa” di tassare i turisti che varcano i confini degli Stati Europei, per finanziare il fondo pro-immigrati, –
spiega Boni – poi l’altra ipotesi di quantificare la vita di una persona, dando una multa di 250.000 euro per ciascun profugo che non verrà accolto”. 

“Un modo per spalmare il problema, a suon di multe, tutte incassate dall’Europa, senza di fatto risolvere il problema alla radice.
Pensiamo anche solo a cosa accadrà a una città come Milano, - sottolinea Boni - meta settimanale di migliaia di stranieri, dinanzi ad un’imposta salata sul turismo o su coloro che scelgono il nostro capoluogo come meta per gli impegni di lavoro. Tasse che non vanno a finire in un fondo da reinvestire per migliorare i trasporti locali o altro ma nelle tasche dei banchieri europei”.

“Per questo serve un primo cittadino forte, – conclude Boni – che faccia ben comprendere al Governo centrale come le scellerate decisioni che vengono assunte in Europa possono avere ricadute disastrose su quelle città, come Milano, che vedono nel lavoro e nel turismo due punti di forza”.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook