Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

LA LISTA CIVICA "SESTO NEL CUORE" CHIEDE UN INTERVENTO DI MANUTENZIONE AL PARAPETTO DI VIA DI VITTORIO

COMUNICATO STAMPA

Condividi su:

Da "Sesto nel Cuore" riceviamo e pubblichiamo:

"Ricordiamo a tutti il fatto di cronaca del gennaio scorso quando una persona, alla guida della propria autovettura, sfondando il parapetto di protezione, precipitò nel Lambro in via G. Di Vittorio. Fortunatamente non ci furono conseguenze, ma da allora il varco, mai riparato, è protetto solo con delle transenne tenute e legate da nastro adesivo! Una situazione pericolosissima che ad oggi vede l’Amministrazione inadempiente.

“Denunciamo il rischio al quale sono esposte le migliaia di persone che transitano in quella strada – affermano i Consiglieri Comunali della Lista Civica Sesto Nel Cuore – Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni – in particolare la situazione sarà resa ancora più pericolosa con l’avvicinarsi del brutto tempo e della nebbia. Abbiamo chiesto una verifica alla Polizia Locale affinché proceda a dar corso ad una procedimento sanzionatorio secondo le modalità del codice della strada.

E’ inammissibile – concludono Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Lanzoni – che in undici mesi l’Amministrazione Comunale non sia ancora intervenuta per effettuare le dovute manutenzioni delle barriere di contenimento; un ulteriore dimostrazione dell’incapacità di questa Giunta di affrontare e risolvere i problemi della città, anche i più immediati. A questa evidente omissione si aggiunga il degrado delle strade in completo stato di abbandono con una carenza di manutenzione resa sempre più evidente dalle moltitudini di buche presenti in città, causa di cadute e rischi per pedoni e automobilisti.

Chiediamo che l’assessore competente e l’Amministrazione Comunale vengano sanzionati! Serve predisporre immediatamente un piano di recupero dei manti stradali e dei marciapiedi; anche in questo la Giunta si è dimostrata inefficiente!".

Condividi su:

Seguici su Facebook