Intervista con Giovanni Cafaro, Presidente del Movimento Disabili Articolo 14

INTERVISTA

| di redazione
| Categoria: Interviste
STAMPA

1.Come e quando nasce il "Movimento disabili articolo 14"? 
Il Movimento Disabili Articolo 14 nasce circa 1 anno fa a Milano , è un associazione nazionale senza scopo di lucro ed apolitica regolarmente registrata all'Agenzia delle Entrate che ha come obiettivo primario l'inserimento lavorativo di persone diversamente abili, disoccupati ed over 50. L'idea di creare il Movimento mi è venuta ascoltando alcune storie di persone disabili che avevano ed hanno serie difficoltà nel trovare un lavoro .

2.Perchè avete deciso di adottare questo nome per il vostro movimento?
Il Movimento si chiama cosi perchè rappresenta e vuole tutelare i diritti dei disabili in particolar modo il diritto al lavoro , dare loro dignità ed un indipendenza economica sgravandoli dal peso delle famiglie , l'articolo 14 è uno strumento , una convenzione attiva in Italia che permette di facilitare l'inserimento lavorativo dei disabili all'interno delle cooperative sociali .

3.Qual è la vostra presenza sul territorio? Che tipo di attività proponete?
Siamo un'associazione nazionale con oltre mille iscritti , su tutto il territorio nazionale , ci crescendo molto e diffondendo su tutto il territorio , il nostro obiettivo è quello di farci conoscere , diffondere e far conoscere i nostri progetti , con iniziative , eventi , convegni e dibatti con particolare attenzione all'inserimento lavorativo di persone diversamente abili .

4.Dal vostro osservatorio avete una visione lucida e netta della condizione dei disabili oggi in Italia? Quanta attenzione c'è nel nostro Paese nei confronti della disabilità e di chi lavora per abbattere le barriere fisiche e mentali?
La situazione in Italia oggi non è rosea , nella maggior parte dei casi per un problema culturale italiano i disabili spesso non lavorano, vengono visti come un peso o un obbligo per i datori di lavoro e non come una risorsa importante in ambito lavorativo , qualcosa è stato fatto per favorire l'inserimento lavorativo ma ancora molto deve essere fatto soprattutto per eliminare le barriere mentali ed i pregiudizi ancora molto forti .

5.Quali sono gli obiettivi del vostro movimento?
Il  Movimento Disabili Articolo 14  vuole creare a costo zero per i contribuenti italiani,  1 Milione di posti di lavoro per disabili, disoccupati  ed over 50 , utilizzando i circa 20 Miliardi di euro come valore stimato , che ogni anno le aziende e gli Enti pagano in sanzioni per non assumere disabili .  
Il paragone con il reddito di cittadinanza è imbarazzante per lo stesso reddito che a differenza del mio progetto costa 9 Miliardi di Euro circa ai contribuenti e non sappiamo quante assunzioni potrà creare per il momento solo 2500 assunzioni fisiologiche per la struttura di navigators .  
A luglio ho incontrato il Presidente della Corte Costituzionale che mi ha fatto i complimenti per il progetto e ieri ho incontrato a Roma il Direttore Generale dell’Ispettorato del Lavoro .

6.Come è possibile avvicinarsi al vostro movimento, abbracciare la vostra causa ed antrare a farne parte?
Abbiamo bisogno di attivisti su tutto il territorio nazionale , persone diversamente abili , loro familiari , persone normodotate ,disoccupati ,  professionisti ed imprenditori che sostengono il nostro progetto , ci sostengano , per arrivare al nostro obiettivo di creare nuove opportunità di lavoro , inoltre è possibile iscriversi gratuitamente al Movimento nella pagina iscrizioni del sito www.movimentodisabiliarticolo14.it , vi è anche la possibilità di fare donazioni libere per sostenere i nostri progetti.

7.Quali sono i vostri rapporti con il mondo del web? Siete presenti sui vari social?
Siamo abbastanza presenti abbiamo il nostro sito e le nostre pagine su linkedin , facebook ed istagram ma ovviamente si può sempre crescere ed essere sempre più visibili e accettiamo suggerimenti e consigli.

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK