Intervista alla scrittrice Elisabetta Turano

INTERVISTA

| di Domenico Galli
| Categoria: Interviste
STAMPA

1.Come nasce una scrittrice?
“Coltivo la passione della scrittura sin da bambina, perché è sempre stato un modo di comunicare e mi trovavo sempre meglio nel farlo con la parola scritta che non tramite il linguaggio verbale. Soprattutto la parola scritta già allora rappresentava un mondo parallelo, un mondo di fantasia dove rifugiarmi..Con il tempo ho sempre continuato in modo episodico e frammentario. Poi, ho pubblicato un primo libro di favole e rappresentazioni teatrali per bambini, dato che lavoro per la pediatria dell'Ospedale Niguarda, mi occupo anche dei momenti di intrattenimento con i bambini e organizzo attività per il periodo della degenza. Ho pubblicato un mio primo libro romanzo che è ambientato in Grecia. Lì, provo e sento l'esigenza di evidenziare, coltivare e di mettere in primo piano la bellezza della vita in tutti i miei testi e di migliorare sempre nell'evoluzione spirituale. Ciò che m'interessa mettere in evidenza nei miei libri è l'esigenza di mettere in primo piano noi stessi, coltivando la bellezza della vita e migliorare sempre, seguire sempre le nostre passioni e aspirazioni. Ultimamente mi dedico molto alla resilienza che è la capacità di reagire alle esperienze avverse della vita senza soccombere”.

2.Il fine di quello che vuoi fare dove ti ha portato? Cosa provi nello scrivere? Si può avere successo con la scrittura?
“Il mio successo è rendere felice me stessa e le persone che mi condividono: come si dice pochi ma buoni. Per me, la filosofia vincente è quella. Anche perchè davvero io voglio comunicare e trasmettere queste mie convinzioni al pubblico con la speranza che anche loro le possano seguire. Per me il successo è renderlo vero sulla carta. Per me, una volta che dal pensiero questa mia teoria sulla vita finisce sulla carta è già un passaggio, una maturazione. Un grande successo, poi, se qualcuno lo condivide con me noto che questa persona è felice oppure ha ottenuto qualcosa di bello nella vita per me è un'altro grande successo”.

3.Per scrivere i tuoi romanzi e poesie, ti ispiri a qualche filosofia particolare, religione o disciplina?
“Non seguo una disciplina particolare ma cerco di prendere il meglio da ogni corrente e ogni tipo di pensiero. Amo tanto la filosofia orientale. La new age americana e soprattutto la mia filosofia di amare e coltivare la parte migliore di noi stessi”.


Grazie a Elisabetta Turano,  che auguriamo una vita di successi e tanto amore.

Domenico Galli
 

Domenico Galli

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK