COVID HOTEL RSA ADRIANO : preoccupazione per i positivi nel quartiere Adriano di Milano

comunicato stampa

| di redazione
| Categoria: Comunicati Stampa Politica
STAMPA

Dalla Lista civica indipendente Movimentiamoci Insieme riceviamo e pubblichiamo:
 

Appello al Sindaco di Milano e al Direttore dell’Rsa Adriano : vogliamo chiarezza e rassicurazioni sul reale pericolo di contagi per i residenti del quartiere Adriano .

COVID HOTEL RSA ADRIANO : preoccupazione per i positivi nel quartiere Adriano di Milano

Buonasera, sono Giovanni Cafaro candidato Sindaco al Comune di Milano nel 2021 con la mia lista civica indipendente Movimentiamoci Insieme, abito da diversi anni nel quartiere Adriano di Milano .

La nuova struttura Rsa Adriano costruita per ospitare inizialmente persone anziane e con disabilità , composta da 70 camere e 17 mini appartamenti, da circa due settimane sta ospitando milanesi in quarantena e postivi al Covid-19 .

Premetto che va dato un plauso a questa struttura che in momento difficilissimo per la pandemia ospita persone positive che non possono essere ricoverati in ospedali milanesi al collasso,  ma sinceramente io e i residenti del quartiere Adriano siamo preoccupati per questa situazione che potrebbe mettere a rischio la salute e l’incolumità degli abitanti del quartiere Adriano .

Ho chiesto due volte un incontro al Direttore per avere chiarezza e soprattutto i dati delle persone contagiate da covid ed ospiti della struttura ma ad oggi non ho avuto nessuna risposta o incontro.

Fino a qualche giorno fa era presente all’ingresso dell’Rsa Adriano anche l’esercito , ora non lo è più.

Chiedo al Sindaco di Milano Sala e al Direttore dell’Rsa Adriano chiarezza e rassicurazioni sulle misure di precauzione anti covid e per l’incolumità ed il reale rischio di contagio per i residenti del quartiere Adriano .


Dott. Giovanni Cafaro
Candidato Sindaco al Comune di Milano
 

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK