Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

REFERENDUM COSTITUZIONALE: VENERDI 10 GIUGNO SARÀ INAUGURATO IL COMITATO PER IL SI

IL PD DI SESTO SAN GIOVANNI INVITA A PARTECIPARE ALL'INAUGURAZIONE DEL COMITATO PER IL SI

Condividi su:

Venerdì 10 giugno 2016 alle ore 18, nella Sala degli Affreschi della Biblioteca Civica di Sesto san Giovanni (in Via Dante, 6) avrà luogo l’iniziativa per l’inaugurazione ufficiale del Comitato per il SÌ al Referendum CostituzionaleAll’evento prenderà parte l’onorevole Emanuele Fiano, Responsabile Nazionale del Pd con delega alle Riforme.

All’evento sono invitati tutti i cittadini sestesi interessati all’approfondimento delle tematiche referendarie e che vogliono impegnarsi concretamente nell’avvincente avventura politica costituita dal far parte di un comitato che si impegna proattivamente a divulgare e spiegare la Riforma Istituzionale nei suoi contenuti e nelle sue potenzialità.

Dopo anni e anni di sforzi vani, il Parlamento della XVII legislatura è riuscito a varare con una larga maggioranza una Riforma costituzionale che affronta efficacemente alcune fra le maggiori emergenze istituzionali del nostro Paese. E’ importante sottolineare che la prima parte della Costituzione, quella imperniata sui valori imprescindibili per ogni cittadino italiano, non viene minimamente modificata né alterata, anzi, trova il suo completamento e la sua attuazione proprio nelle modifiche apportate nella seconda parte, auspicate in gran parte già dai Costituenti.

Il superamento del bicameralismo perfetto attraverso la prevalenza della Camera e il modello del nuovo Senato, che si pone come organo di rappresentanza al centro delle istituzioni locali; la riforma del Titolo V e la certezza dei tempi brevi per i Decretazione d’urgenza; L’abolizione dei cosiddetti “ Enti inutili” e i tagli dei costi della politica; questi i punti salienti di una Riforma che, intervenendo solo sulla parte organizzativa della Costituzione e rispettandone ogni virgola della prima parte, potrà perseguire meglio quei principi che sono oramai patrimonio comune di tutti gli italiani. Lungi dal tradire la Costituzione, si tratta di attuarla meglio, raccogliendo le sfide di una competizione europea e globale che richiede istituzioni più efficaci, più semplici, più stabili.

Condividi su:

Seguici su Facebook