Allianz Geas: il 2021 inizia con la bella vittoria al Palanat su Lucca

Allianz Geas - Lucca 79-70

| di redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

Primo successo del 2021 per l’Allianz Geas, che al PalaNat supera Lucca 79-70 in una gara a tratti molto intensa e sale così a quota 16 punti (rimanendo sesta). Dopo aver messo la testa avanti, a 4’ dall’inizio, le rossonere restano in vantaggio per tutta la partita grazie a break rapidi e ravvicinati. Le toscane sono brave a non cedere sul -13 di fine primo quarto e a crederci all’inizio della ripresa fino al -1. Ma a quel punto Sesto si affida al talento e all’efficienza di Gwathmey, superlativa per tutta la partita, e di Graves, solidissima tra terzo e quarto quarto, e scappa di nuovo, incrementando poi la distanza fino al massimo +15 (poco dopo la metà della quarta frazione). Lucca, che sta vivendo un momento molto delicato, rimane così dodicesima in classifica con 2 soli punti. La prossima domenica alle 18 le ragazze di coach Iurlaro cercheranno di rifarsi in casa contro Costa Masnaga, mentre le lombarde proveranno ad allungare a due la striscia di vittorie sul parquet di San Martino di Lupari.

Lucca inizia con un mini-break di 4-0 in 40’’ con Jakubcova e Tunstull, prima che Panzera, con 7’50’’ sul cronometro, sblocchi il punteggio per le sue con una bella penetrazione. Dall’altra parte segna ancora Jakubcova (+4 Lucca), ma Gwathmey scava un personale 5-0 (tripla e jumper dalla media) e poco dopo ad allungare il parziale a 7-0 ci pensa Ercoli in appoggio (+3 Geas). Tra le ragazze di coach Iurlaro è ancora Tunstull a trovare il fondo della retina, ma presto l’Allianz macina un altro parziale di 8-0 in 1’55’’. Nell’altra metà campo Miccoli fa 2, ma Gwathmey dimostra di essere “on fire” e mette un altro 6-0 personale (2/3 ai liberi e poi gioco da tre punti concretizzato dopo un bel contropiede), portando il proprio tabellino a 11 punti nella sola prima frazione e facendo toccare alle rossonere il +12. Orsili infila una bomba, ma in chiusura di quarto Verona segna in penetrazione e poi con un elegante arcobaleno in avvicinamento (+13 Sesto). L’attacco delle padrone non risulta più tanto oliato al ritorno in campo nel secondo periodo: le ragazze di coach Zanotti non riescono a costruire buone occasioni e litigano un po’ con il canestro. Le ospiti nel frattempo ne approfittano e con un 7-0 in 2’ (5 di Miccoli e 2 di Tunstull) accorciano a -6. Oroszova sblocca le sue con una tripla con 5’45’’ da giocare e poco dopo Gwathmey mette un tiro in sospensione per il ritrovato +11. A rispondere alle due straniere di Sesto ci sono però Smorto e Russo (-7 per il Basket Le Mura). Nei minuti prima della pausa lunga, per le geassine, Gwathmey segna i punti numero 14 e 15 della propria serata e Panzera fa 1/2; per le toscane, Pastrello segna dai 6.75. Il primo tempo termina 34-27.

La ripresa si apre con una tripla di Jakubcova che porta le sue a -4, ma nel giro di 20’’ per le sestesi Panzera segna in appoggio e Graves in contropiede. Per qualche minuto la distanza tra le due squadre rimane costante: da una parte segnano Tunstull e Harper, dall’altra Graves e Verona a gioco fermo. Ma per la seconda volta nella gara l’attacco dell’Allianz si blocca leggermente, a causa anche di diversi errori dalla media e dalla lunetta: dall’altro lato del campo Lucca fa un 7-0 in 1’45’’ con 4 punti di Tunstull e 3 di Jakubcova (toscane a -1). Gwathmey si carica le compagne in spalla e da sola, sfruttando anche il bonus falli delle avversarie, firma un importantissimo 7-0 (tripla e poi 4/4 ai liberi) che vale il +8. Russo prova a contenere l’emorragia con un 2/2, ma ancora Gwathmey, dalla media, e Graves (4/4 ai liberi) collaborano per un 6-0 in 1’10’’ (+12 Sesto). Nell’ultimo minuto della terza frazione per il Geas Gwathmey mette i propri punti numero 25 e 26 e per la Gesam Tunstull e Pastrello uniscono le forze per 5 punti (57-48). Nei primi frangenti della frazione finale Tunstull mette un libero e poco dopo viene sanzionata per un fallo tecnico: Gwathmey non converte però il tiro libero. Verona si mette in proprio e porta a termine una bella penetrazione in sottomano. Con Jakubcova (2) e Tunstull (4 in 35’’) le ragazze di coach Iurlaro mettono il 6-2 che le riporta a -8, ma Oroszova produce 5 punti consecutivi in 30’’ (66-55). Con un bell’assist di Verona, Graves non sbaglia l’appoggio che allunga il break a 7-0 e che vale il +13. Miccoli e Harper mettono 5 punti di fila, ma il Geas scava un altro 7-0 in 1’05’’ con Gwathmey, dall’arco, Oroszova, da sotto dopo un buon lavoro di piede perno, e Graves, con un jumper dal gomito dell’area (massimo +15 Geas). Negli ultimi 3’ dell’incontro, con ritmo calato, per l’Allianz segnano Panzera e Ronchi, mentre per le toscane Tunstull, Miccoli e Jakubcova, che riescono a ridurre il divario a 9 lunghezze (79-70 il finale).

Buona prova al tiro dal campo per le ragazze di coach Zanotti (61% da due e 37% dall’arco), che però non eccellono a gioco fermo, nonostante i numerosi tentativi (68%, 17/25). Anche Sesto commette un alto numero di falli: leggermente più precise dalla lunetta le toscane (80%, 20/25), che accusano però le più basse percentuali a cronometro attivo (41% da due, 34% dai 6.75). Gara fisicamente ben gestita dal Geas nel pitturato a controllo delle palle vaganti: la gara a rimbalzo finisce 36 a 24. Mvp dell’incontro, al suo season-high, Jazmon Gwathmey, che mostra tutto il suo talento in fase di costruzione del tiro e di realizzazione da diverse zone del campo e sangue freddo nella gestione dei possessi: l’ala termina con 29 punti (75% dal campo: 6/7 da due, 3/5 da tre; 8/11 ai liberi), 8 rimbalzi e 2 assist. Anche gli altri quattro quinti del quintetto Allianz finiscono in doppia cifra di punti: Bashaara Graves ne mette 15 (5/7 da due, 5/6 a gioco fermo) con 4 rimbalzi, “recuperando” dalla prestazione sottotono dei primi due quarti con una ripresa di pura efficienza (13 punti sui 15 totali negli ultimi 19’); Sabina Oroszova 12 (2/2 da tre) con 3 rimbalzi e 2 assist; Ilaria Panzera e Costanza Verona entrambe a 10, cui aggiungono rispettivamente 3 rimbalzi con 2 rubate e 8 rimbalzi con 4 assist. Dalla parte delle toscane, prova convincente per la pivot Tunstull, che chiude con 21 punti e 4 rimbalzi; 13 punti infine per Jakubcova e Miccoli.

Ecco i risultati degli altri incontri della quindicesima gara di campionato: Sassari – San Martino 69-74; Costa Masnaga – Venezia 72-98; Ragusa – Bologna 86-82; Schio – Battipaglia 93-55; Campobasso – Vigarano 76-59.

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK