Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Allianz Geas: sconfitta al Taliercio con la Reyer Venezia

Reyer Venezia - Allianz Geas 53-61

Redazione
Condividi su:

L’Allianz Geas cade in trasferta contro l’armata della Reyer Venezia per 53-61. Sesto interrompe così la striscia di due successi e rimane a quota 10 punti, mentre Venezia, seconda in classifica, sale a 18 punti. Dopo essere state a +5 all’inizio della gara, le rossonere subiscono un profondissimo parziale di 17-0 in 3’40’’ che le fa scendere a -12. Da allora, sempre in svantaggio, la gara delle lombarde è tutta rivolta a provare a non mollare il colpo e a cedere senza battersi. Il secondo quarto ha un andamento simile al primo, con le ragazze di coach Zanotti che riescono a fare buone cose e un mini-parziale nella prima metà e con quelle allenate da coach Mazzon che si riscuotono energicamente negli ultimi minuti recuperando i punti “rosicchiati” dalle avversarie. Rientrando in campo sul -14, il Geas non dà apparentemente segni di riscossa e, incassando un 9-0 in poco meno di 2’ scende a -23 (massimo vantaggio delle lagunari). La gara sembra chiusa del tutto, ma le geassine azione dopo azione riescono ad accorciare nel resto del terzo quarto e per tutta la frazione finale. Arrivate con merito fino a -10 però si arrestano, trovando un muro dall’altra parte – con Venezia che comunque non smette di fare punti, nonostante qualche errore al tiro e qualche palla persa di troppo – e chiudendo così una serata caratterizzata da un’alternanza di ombre e luci.

Il prossimo sabato alle ore 19, per l’undicesima giornata di campionato, Sesto affronterà, ancora in trasferta, la Virtus Bologna, mentre domenica alle 18 la Reyer, di nuovo in casa, ospiterà il derby veneto d’altissima classifica con la Famila Schio.

Raca apre la gara con una bella penetrazione che vale 2 punti con un libero aggiuntivo per il fallo subìto, prima che Ndour vada a segno da sotto. Per qualche minuto, con le realizzazioni di Penna, Gwathmey e Anderson, il punteggio resta in bilico, ma ecco che con 4’50’’ sul cronometro Graves da sotto fa partire il parziale del Geas, cui partecipano Dotto dalla lunetta e Gwathmey (6-0 in 55’’ e massimo +5 delle ospiti). Con pazienza però l’attacco della Reyer si rassetta, mentre l’Allianz vive minuti di blackout ambo i lati, non riuscendo più a trovare la via del canestro e incassando svariati fendenti delle orogranata. Con 8 punti di Anderson, 5 di Attura, 2 di Bestagno e di Thornton, Venezia scava un profondissimo break di 17-0 in 3’40’’ che vale il sorpasso e il +12. Sesto prova a riprendersi all’inizio della seconda frazione con un buon rientro sul parquet che vale un 7-2 in 3’45’’ (3 di Panzera e 4 di Gwathmey) e il ritrovato -7, ma, analogamente al primo tempino, dopo qualche minuto la concentrazione delle rossonere cala lasciando spazio alle forze delle lagunari, a referto con un 7-0 in 1’15’’. Quando mancano 3’20’’ all’intervallo Raca tenta di tamponare l’emorragia per le sue con un bel sottomano mancino spalle a canestro, ma dall’altra parte la tripla messa da Madera dall’angolo vale il +15 delle padrone di casa. Ancora Raca fa punti per le sue e, proprio sulla sirena, Carangelo subisce un fallo dall’arco da Trucco, ma dalla lunetta fa solo 1/3 (36-22 dopo 20’).

L’Allianz non riesce a destarsi nella pausa e al rientro in campo subisce un ulteriore affondo delle venete di 9-0 in 1’55’’ (5 di Thornton, 2 di Ndour e Bestagno) che vale il massimo +23. Nella seconda metà del terzo periodo però il Geas, con calma, azione dopo azione, riesce a scalfire il super-vantaggio delle avversarie e a riavvicinarsi con alcune buone iniziative: Dotto, Graves, Raca e Trucco firmano il 13-4 in 4’45’’ che riporta le lombarde a -13. In apertura di quarto quarto, la bomba di Dotto vale il -10, ma Madera e Thornton riportano in meno di un minuto le ragazze di coach Mazzon a +14. Negli ultimi 5’, nonostante tutto le ragazze di coach Zanotti non mollano e provano ad accorciare ulteriormente, pur con qualche litigio col canestro. Nell’altra metà di campo anche per Venezia inizia ad esserci qualche problema in fase di finalizzazione. Prima Gwathmey e poi, con 2’20’’ sul tabellone, Raca riportano la differenza tra le due squadre a 10 lunghezze, ma le rossonere non riescono ad andare oltre. Il jumper di Trucco a 1’ dalla fine è l’ultimo canestro dell’incontro, che si chiude 61-53.

Le difese alternate dall’Allianz, a uomo e a zona, funzionano abbastanza bene dalla distanza (Venezia tira con il 16% da tre, mentre sono migliori le percentuali da due e ai liberi, rispettivamente 44% e 86%); in attacco, le rossonere chiudono tirando con basse percentuali – causate soprattutto da molti errori in lay-up – da due (32%) e dall’arco (29%), mentre a gioco fermo finiscono con un buon 75%. La Reyer fa la voce grossa sotto le plance, raccogliendo 46 rimbalzi contro i 31 delle ospiti; diversi errori per le veneziane invece in fase di controllo, con 24 palloni persi a fronte di soli 13 recuperi (rispettivamente 16 e 14 Sesto). Tre geassine chiudono in doppia cifra di punti: Ivana Raca, positiva in alcuni momenti con buoni colpi inferti alla difesa orogranata, con 15 e 5 rimbalzi, Jazmon Gwathmey, 13, e Caterina Dotto, 10 con 4 assist. Tra le ragazze di coach Mazzon, la talentuosa Yvonne Anderson mette 15 punti con 6 assist partendo dalla panchina; Thornton ne fa registrare 12 con 8 rimbalzi, mentre Ndour chiude con una doppia doppia da 10+14; bene anche la giovane Madera, con 9 punti, 6 rimbalzi e 2 assist.

Condividi su:

Seguici su Facebook