Allianz Geas: battuta Bologna dopo un overtime

Virtus Segafredo Bologna - ALLIANZ GEAS 53-60

| di Paolo Michielin
| Categoria: Sport
STAMPA

L’Allianz Geas ottiene 2 punti importanti nella difficile trasferta di Bologna, conclusa 60-53 dopo essere stata per quasi tutto il tempo regolamentare in svantaggio e dopo aver reagito meglio nel tempo supplementare. Sesto sale così a 12 punti, mentre Bologna, che era seconda in classifica, rimane a quota 16. Alla Virtus Segafredo Arena va in scena una partita molto intensa, caratterizzata da numerosi e alternati break, dai punteggi bassi e in cui sono soprattutto le difese a dire la loro. Sesto, che rimane senza Graves dopo pochi secondi dalla palla a due a causa di un problema fisico, ha il grande merito – pur non riuscendo a brillare in attacco, a gestire con lucidità la fase di realizzazione e a evitare alcune folate offensive delle avversarie – di non mollare fino alla fine, anche sotto di più di 10 lunghezze. Dopo una bella partenza (6-0 in meno di 2’) le ragazze di coach Zanotti subiscono la rimonta fatta maturare con pazienza dalle padrone di casa, che con un 10-2 salgono in vantaggio e, poco dopo, tra primo e secondo periodo, con un 8-0 e un 6-0 arrivano al massimo vantaggio di 11 punti. Con carattere le geassine trovano la forza di rispondere e accorciare, anche se alcuni buoni colpi delle ragazze di coach Lino Lardo fanno andare le due squadre negli spogliatoi con un divario di 7 lunghezze. Nella terza frazione, costellata da diversi errori da entrambi i lati, il punteggio procede in maniera costante, prima che nella quarta una Sesto che esprime buona pallacanestro riesca nell’agognato sorpasso con un 8-0. La reazione d’orgoglio della Virtus non si lascia però attendere, anche se, dopo essere tornate di nuovo a +5 con un 6-0, il Geas riesce a macinare un nuovo break di 8-2 e a rimettere la testa davanti. Alcuni errori dalla lunetta non permettono alle lombarde di chiudere a questo punto la gara, mentre Zandalasini a gioco fermo riesce a mandarla al tempo supplementare, dove, dopo un equilibrio nei primi minuti, sono però le ospiti a spuntarla, con un 8-0 totale che vale il finale 60-53.

Giovedì 23 dicembre alle ore 20 l’Allianz chiuderà il 2021 al PalaNat ospitando la Magnolia Campobasso, mentre il 27 alle ore 18 la Virtus affronterà la trasferta di Costa Masnaga.

L’Allianz parte forte con un 6-0 in 1’50’’ firmato da Graves (che uscirà dopo pochi secondi per un problema fisico e non rientrerà per il resto dell’incontro) e Trucco, entrambe in appoggio, e Panzera ai liberi, prima che Bologna metta a posto il proprio attacco e con calma, nel giro di 5’, riesca a sorpassare le ospiti con un 10-2 (a segno Zandalasini con due triple consecutive e Turner con 4 punti). Una bomba di Raca fa mettere di nuovo a Sesto la testa avanti, ma sul finale, in 1’20’’ la Virtus produce con Barberis (a segno con due realizzazioni dall’arco poco dopo essere entrata) e Turner un 8-0 che vale il +7. All’inizio della seconda frazione Trucco è precisa dalla lunetta, ma le bolognesi con Zandalasini, Barberis e Ciavarella (6-0 in 1’20’’) allungano ulteriormente fino al massimo +11. Le geassine trovano però la giusta energia e con un’ottima Raca, 4 punti, Gwathmey e di nuovo Trucco, 2 punti a testa, fanno un contro-break di 8-2 in 1’45’’ che le riporta a -5. Le ragazze di coach Lardo però, intenzionate ad aumentare la distanza, mettono insieme con Turner, 4 punti, e Tava, 3 punti con cui supera la soglia dei 2500 punti messi a referto in Italia, un 7-3 in 2’10’’ (+9 delle emiliane). Un appoggio di Ercoli ritocca il punteggio all’intervallo sul 33-26.

Nella prima metà del terzo periodo il divario tra le due squadre resta sostanzialmente stabile: da una parte segnano Zandalasini, Turner e Dojkic, dall’altra Raca e Gwathmey, dopo un canestro della quale il Geas torna fino a -4. Nei 5’ che chiudono la frazione, entrambe le formazioni commettono tanti errori, durante azioni che si susseguono a ritmo elevato. I canestri di Cinili, Raca e Zandalasini lasciano la distanza tra le due squadre pari a quella della pausa lunga (34-41). A inizio di quarta frazione, mentre l’attacco della Virtus commette diversi errori in fase di finalizzazione, quello dell’Allianz fa girare bene la palla, riuscendo a scavare un 8-0 in 3’15’’ (con 4/4 di Gwathmey a gioco fermo e un bel canestro di Raca con la mano mancina e un buon lavoro sul piede perno spalle a canestro) che vale il sorpasso inseguito per quasi tutta la partita. Ma ecco che, con 4’25’’ da giocare, arriva la reazione delle padrone di casa, che con una solidissima Zandalasini e Turner macinano un rapidissimo 6-0 in 50’’ per tornare sopra di 5 lunghezze. Per l’ennesima volta nel giro di pochi minuti, un nuovo parziale del Geas vale un altro sorpasso: l’8-2 di Raca, Trucco e Dotto vale il +1, prima che Barberis sbagli la tripla per le sue con 25’’ sul cronometro e che Dotto, con 20’’ sul tabellone, non sfrutti l’importante viaggio in lunetta facendo 0/2 a gioco fermo. Ai liberi, 6’’ prima che suoni la sirena Zandalasini fa 1/2, mandando l’incontro al tempo supplementare. Nei primi minuti dell’overtime le due squadre continuano a sorpassarsi oscillando tra il +1 e il -1, prima che con un bel semigancio di Trucco e un appoggio di Raca il Geas salga a +3 con 1’10’’ da giocare. La buona striscia dell’Allianz continua poi con Dotto, che questa volta dalla linea della carità non commette errori, imitata poco dopo da Gwathmey, che fa chiudere alle sue la partita a +7 sul 60-53, dopo un break finale di 8-0 in 2’30’’.

Percentuali dal campo basse per entrambe le squadre: l’Allianz chiude l’incontro con il 37% da due, un molto basso 11% da tre (2/18) e l’86% ai liberi, mentre Bologna finisce con il 30% da due, il 21% dall’arco e il 63% a gioco fermo. La gara a rimbalzo finisce in parità, con 49 per le ospiti e 48 per le padrone di casa. Tre rossonere terminano sopra i 10 punti: la top scorer dell’incontro Ivana Raca, traino d’attacco per l’Allianz (21 punti e 12 rimbalzi), Jazmon Gwathmey (12 punti, 4 rimbalzi e 5 assist), e Valeria Trucco (10 punti e 12 rimbalzi). Per Bologna vanno in doppia cifra Turner (16 con 7 rimbalzi e 2 stoppate), Zandalasini (15, 9 rimbalzi e 4 assist), e Barberis (10 con 7 rimbalzi), mentre DOjkiccc vive una serata no al tiro (0/16 dal campo).
 

Paolo Michielin

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK