Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

ALLIANZ GEAS: a Costa Masnaga le lecchesi recuperano da -18 in super-rimonta e vincono

Costa Masnaga - ALLIANZ GEAS 76-74

Redazione
Condividi su:

 

A costa Masnaga nella quarta giornata del girone di ritorno per l’Allianz Geas va in scena una serata dal finale amaro, nonostante la prima metà di gara abbia sorriso alle ragazze di coach Zanotti: dopo un grandissimo recupero della Limonta l’incontro si chiude 76-74. Sesto, ottava, rimane così a quota 12 punti, a inseguire ancora il primo successo del 2022, mentre Costa, decima, guadagna il nono e il decimo punto della propria stagione ribaltando il risultato dell’andata. Nei primi due quarti l’Allianz, che risulta molto efficace anche in attacco, con pericolosità espressa da più interpreti e da più zone del campo, gioca con molta sicurezza e gestisce bene il vantaggio accumulato a fine primo quarto (10-3 in 4′) e a fine secondo (10-2 in 2’45”), conducendo all’intervallo per 43-28. In apertura di ripresa Sesto tocca anche il massimo +18, prima che Costa prepari il primo dei suoi affondi, che si ferma però a -9 (11-2 in 2’20”). Trucco e Graves sono brave ad arginare la forza delle avversarie riportando le geassine a +17, ma da questo momento le rossonere vanno in crisi, non riuscendo a eguagliare le volate rapide delle padrone di casa, che chiudono il terzo tempino a -7 dopo un 10-0 macinato in 2′ e continuano nella frazione finale arrivando a un complessivo 20-2 in poco meno di 6′ che vale il sorpasso a +2. Con Dotto e Graves l’Allianz prova a risvegliarsi dall’incubo, ma una Spreafico in serata di grazia affossa a suon di triple il Geas fino a -6 (8-0 personale in 1’30” per la guardia lombarda). Nei minuti conclusivi Gwathmey e Trucco con delle buone conclusioni riportano il Geas per due volte a -1, senza riuscire però nel controsorpasso. Con 3” sul cronometro la giovane Matilde Villa infila un canestro dal peso specifico notevole e le ospiti nell’ultima azione commettono un errore ingenuo da sotto con Gwathmey che consegna l’incontro nelle mani delle ragazze di coach Seletti.

L’Allianz Geas tornerà in campo già mercoledì 26 gennaio alle 18.30 sul campo di Faenza per il recupero della gara rinviata contro la E-work; ancora a Faenza giocherà poi sabato alle 20.30 Costa Masnaga, prima che Sesto torni al PalaNat domenica 30 gennaio alle ore 18 per ospitare Empoli.

Nei primi 5′ di gara le due squadre si scambiano colpi alternatamente fino a quando le rossonere mettono assieme un break di 10-3 in 4′ che vale il +8. Costa prova a recuperare nel finale della frazione, ma Allievi su tre tentativi a gioco fermo ne mette solo uno. All’inizio del secondo periodo l’Allianz, dopo una tripla di Panzera, arriva a +10, subito prima che due bombe di Spreafico accorcino la distanza a 4 lunghezze. Il Geas però è carico in attacco e riesce a finalizzare da diverse posizioni contro la difesa a zona schierata dalle avversarie: a segno in questi minuti in cui Costa insegue Sesto con 7 o 9 punti di svantaggio sono Crudo, Graves e Trucco. Con 2’45” sul cronometro, Gwathmey fa partire un secondo parziale per le sue, portato avanti da Graves e Panzera (a segno con un bel jumper proprio sulla sirena di fine primo tempo) con 4 punti a testa: il 10-2 scavato in 2’45” fa arrivare le ospiti sul massimo +15 proprio all’intervallo. Molto positiva rispetto alle uscite precedenti la fase offensiva delle geassine, che tirano, nei primi 20′, tra le altre cose, con un buon 5/13 dalla lunga distanza e con 16 punti personali di Bashaara Graves, in grado di fare il vuoto in area contro le lunghe avversarie.

Con un tiro in sospensione di Gwathmey e una tripla di Trucco, intervallati da 2 punti di Spreafico, Sesto arriva sul massimo +18, ma poco dopo Costa prova a ricucire lo scarto unendo le forze e producendo un 11-2 in 2’20” (con Matilde Villa, Allievi, Vaughn e Spreafico) ccche vale il -9. L’Allianz con due triple consecutive di Trucco e i punti numero 19 e 20 della serata di Graves sigla in risposta un 8-0 in 1’25” per tornare a +17. Ma ecco che le ragazze di coach Seletti, con grande energia, riescono nuovamente a invertire l’inerzia della partita portandola dalla propria parte: Spreafico e Allievi (5 punti a testa: molto brava Allievi a segno con 2 contropiedi, il secondo dei quali abbellito da un libero del gioco da tre punti convertito) fanno un 10-0 in 2′ che riapre l’incontro sul 51-58. All’inizio della quarta frazione Panzera allontana di nuovo le sue a 9 punti di distanza, ma la giovane Caloro è brava a trovare il fondo della retìna dai 6.75 per il -6 e poco dopo Matilde Villa chiude un gioco da tre punti, Spreafico fa 2 e Jablonowski porta a termine un altro canestro più fallo (10-0 in 2’10’) per un totale di 20-2, a partire dal rinnovato +17 di Sesto a fine terzo quarto, in meno di 6′ che vale il sorpasso insperato e il +2 delle padrone di casa. Dotto e Graves dalla lunetta riportano le compagne sopra di 2, ma dall’altra parte Spreafico mette un canestro, nell’azione seguente non sbaglia i 3 liberi e in seguito mette un’altra bomba raggiungendo i 31 punti personali e il massimo +6 per le sue (70-64 con 3’30” da giocare). Gwathmey prova a far svegliare le sue con 5 punti consecutivi fino al -1, ma Jablonowski dall’altro lato fa 2 punti. Trucco mette un jumper, le risponde Vaughn in 1 contro 1 e ancora Trucco segna una tripla impattando il risultato sul 74-74 con poco più di 1′ sul tabellone. Dopo qualche azione confusa, Matilde Villa trova un canestro con 3” da giocare proprio sulla sirena dei 24”; l’Allianz chiama due time out per preparare l’ultima azione, durante la quale però Gwathmey sbaglia un appoggio in sottomano dalla linea di fondo destra. Vince Costa per 76-74.

Prestazione non negativa quella del Geas al tiro, che chiude con il 40% da due, 41% da tre e 80% ai liberi quasi in continuità con i numeri dei primi due quarti; Sesto, non reagendo in difesa negli ultimi 20′, concede però a Costa di fare propria la partita recuperando dalle cattive percentuali dei primi due periodi e finendo con 48% da due, il 30% dall’arco e l’80% a gioco fermo. Incontro equilibrato dal punto di vista del coinvolgimento delle giocatrici in campo, con 23 assist per entrambi i gruppi; sotto le plance è però la squadra ospite a dominare, con 46 rimbalzi complessivi (con 14 d’attacco) contro i 37 delle avversarie (con 7 offensivi). Straordinaria tra le fila di Costa la serata di Laura Spreafico, anima dell’affondo definitivo a metà dell’ultimo quarto, che fa registrare 31 punti (5/5 da due, 5/15 da tre e 6/6 ai liberi) con 2 assist; molto bene anche la ormai più che promessa Matilde Villa, che si risveglia nella ripresa e chiude con 17 punti, 6 rimbalzi e 6 assist; in doppia cifra di punti anche l’ottima Vittoria Allievi, autrice di canestri importanti: per lei 10 punti, 4 rimbalzi e ben 8 assist.

Letale da dentro il pitturato per buona parte della gara Bashaara Graves, che mette a referto 22 punti (64% da due e 80% dalla lunetta), 14 rimbalzi e 5 assist; a segno con triple pesanti (5/8) invece Valeria Trucco, che finisce con 19 punti, 8 rimbalzi e 4 assist; supera i 10 punti, ma con una resa minore dal parquet, anche Jazmon Gwathmey, con 12, 7 rimbalzi e 4 assist; sfiora la doppia cifra Ilaria Panzera (9 punti), positiva all’ingresso in campo nella seconda frazione.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook