Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Intervista a Lucia Decortes, rossonera oltreoceano ad Albany

News dalle campionesse rossonere

Redazione
Condividi su:


La rossonera Lucia Decortes, bergamasca classe 1999, da oltre tre anni e mezzo si trova negli Stati Uniti, presso l’università di Albany, capitale dello stato di New York, dove, dopo aver iniziato un corso di studi in psicologia, ha virato verso quello di Business. Dal momento della partenza, l’estate del 2018, tante cose sono cambiate per l’ala grande cresciuta tra le fila dell’Asd Sportivando Lussana e approdata nel 2012 a Sesto (con cui nel 2018 ha guadagnato la promozione da A2 ad A1), a livello sportivo ma non solo. Lucia attualmente gioca con la maglia di UAlbany, in Division 1 di Ncaa nella America East Conference.

-Cos’è cambiato a livello sportivo dal tuo arrivo negli Usa e dalla scorsa stagione?

Dal punto di vista sportivo, ho acquisito molta più consapevolezza delle prerogative del mio ruolo, oltre che della possibilità di essere in grado di concorrere alla vittoria del campionato. Quest’anno siamo state determinate a vincere sin dal primo allenamento.

-Come sta procedendo la tua carriera/attività accademica?

Tutto sta procedendo bene! Mi laureerò il 15 maggio in Business con specializzazione in Marketing e Management. L’anno prossimo dovrei iniziare l’MBA (Master in Business Administration, un corso di studi d’alto livello e molto ambìto, ndr).

-Come è evoluto il tuo gioco in questi anni? Come sono organizzate le tue settimane di allenamento, partita e studio?

Credo che sia evoluto a livello fisico e inoltre ho molta più visione del gioco in campo. Durante la stagione di solito ho lezioni il martedì e giovedì di mattina alle 9, poi sessione di allenamento dalle 11 alle 14 e di nuovo lezioni dalle 15 alle 18. Le partite di Ncaa normalmente si svolgono mercoledì alle 19 e sabato alle 14.

-Come vi siete posizionate/state posizionando nel campionato di riferimento quest’anno?

Siamo riuscite a vincere il campionato della nostra Conference con un grande impegno di squadra e abbiamo quindi preso parte alla March Madness (ossia gli scontri tra prime qualificate delle rispettive Conference che si svolgono in tre weekend tra marzo e aprile, ndr).

-Su quali aspetti credi di avere ancora tanto da imparare e in che cosa invece ti senti più avanti?

Quel che è sicuro è che c’è sempre da migliorare!! Sicuramente dovrò concentrarmi in generale sul mio attacco e, in particolare, sul mio tiro dal mid range (dalla media distanza).

Mi sento invece abbastanza sicura sulla mia difesa, sulla quale però voglio assolutamente migliorare ulteriormente.

-Quali sono i tuoi progetti a breve, medio e lungo termine, a livello sportivo ma non solo?

Il focus ora è sull’accesso al programma del corso MBA dell’anno prossimo e sul ripetere la vittoria del campionato. A lungo termine invece non so ancora bene: per il mio futuro ci sono tante diverse opzioni che potrei scegliere, ma non ci ho ancora pensato definitivamente.

Condividi su:

Seguici su Facebook