Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

PRO SESTO: ottimo pareggio al Breda con la capolista Pordenone

PRO SESTO-Pordenone 2-2

Redazione
Condividi su:

Il primo quarto d’ora trascorre senza sussulti, tranne un episodio dubbio nell’area neroverde con Capogna che cade al momento di entrare in area. Le due difese contengono i reparti offensivi avversari e impostano dal basso.
La prima conclusione convinta è un tiro da fuori di Burrai al 15′, che finisce alla destra della porta di Del Frate. Alto sulla traverso anche il tiro di Corradi al 21′ dopo una bella combinazione biancoceleste.
 

La prima mezz’ora si sta chiudendo in perfetto equilibrio, quando su azione di calcio d’angolo dalla destra, Pinato gira in rete di testa il pallone dello 0-1.
Al 36′ il Pordenone si divora letteralmente il raddoppio, con Candellone che calcia alto sopra la traversa solo davanti a Del Frate, tra le proteste della difesa biancoceleste per la posizione di partenza della punta. E la dura legge del calcio non perdona: un minuto più tardi Capogna mette nell’angolino di testa un cross di Bruschi dalla sinistra.
L’equilibrio ritrovato non abbassa il ritmo della partita, e al 40′ registriamo un’altra conclusione di Candellone, anche questa fuori.
Al 49′ grande occasione per il Pordenone. Pinato viene pescato da solo libero in area, ma Del Frate in uscita gli nega la doppietta personale.
Al 55′ il tiro, sempre del numero 20 neroverde, assai ispirato, finisce a fil di palo. Due minuti più tardi pericolosa la Pro, ma il tiro di Capogna è ribattuto dalla difesa ospite.
Al 63′ l’arbitro Cherchi assegna un calcio di rigore alla Pro per un evidente tocco di mano in area neroverde su cross di Capelli. Si incarica della battuta Bruschi, e non sbaglia. Pro in vantaggio!
 

Reagisce il Pordenone con due tentativi in rapida successione, il primo del neoentrato Biondi, deviato in angolo, e poi con Ingrosso, alto.
Al 70′ gli ospiti trovano il pari con Candellone, con una conclusione smorzata dall’interno dell’area che beffa Del Frate. Al 76′ sempre Candellone gira alto sopra la traversa un corner di Burrai.
All’83’ si fa notare Palombi, appena subentrato a Dubickas, ma il suo tiro non impensierisce Del Frate.
Nei minuti finali il Pordenone prova a chiudere la Pro nella propria metà campo, ma la retroguardia biancoceleste è attenta, e finisce 2 a2!

 

Condividi su:

Seguici su Facebook