Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pro Sesto: il DG Albertini chiede il cuore a calciatori e tifosi

In occasione del finale di stagione, Albertini chiede massima concentrazione ai giocatori e tanta partecipazione ai tifosi

Condividi su:

La Pro Sesto domenica ospita la Varesina. La gara è di fondamentale importanza per i biancocelesti che, con una vittoria, eliminerebbero quasi definitivamente lo spettro dei playout e non dovrebbero così fare calcoli per la permanenza in serie D.

Albertini, direttore generale della Pro Sesto è fiducioso e si rivolge a tutto l'ambiente per spronare tutti a dare il meglio: "E' una partita di grande importanza, i giocatori lo sanno. Una vittoria ci avvicinerebbe alla salvezza diretta e credo che giocando come abbiamo fatto nell'ultimo periodo potremo regalare una grande soddisfazione ai tifosi e alla società. Abbiamo raccolto meno di quanto meritato; nel derby con il Monza siamo stati puniti da un gol in evidente fuorigioco a dieci minuti dal termine, con il Ciliverghe abbiamo dominato, costruito palle gol ma non siamo stati capaci di concretizzarle. Ora spero che il vento cambi, io sono ottimista".

La concentrazione deve essere massima e bisogna lasciar perdere la tentazione di guardare i risultati altrui. Anche sul prossimo avversario che arriva al Breda, il DG ha le idee chiare: "Loro sono messi meglio in classifica ma sono sicuro che verranno a Sesto per giocarsela. Le altre dirette concorrenti? E' inutile fare calcoli, da qui alla fine dobbiamo fare più punti possibili, è nelle nostre possibilità e così non dovremo metterci a tavolino per fare calcoli e sperare nelle disgrazie degli altri".

Il messaggio che il DG Albertini lancia è chiaro: "L'unico obiettivo deve essere fare il bene della Pro Sesto e per ottenerlo dobbiamo essere tutti uniti, convinti di poter vincere ed esultare. Spero che domenica al Breda il pubblico ci dia una mano e sia meraviglioso come in occasione del derby. I giocatori sentono molto l'affetto dei tifosi e ne trarrebbero un evidente beneficio".

Condividi su:

Seguici su Facebook