Allianz Geas sconfitta a Lucca

LUCCA - ALLIANZ GEAS 70-55

| di Antonio Giovanditti
| Categoria: Sport
STAMPA

L’Allianz Geas cade nella trasferta di Lucca, dove soprattutto le lunghe locali fanno la differenza sotto canestro, come dimostra un dato per tutti: 41 rimbalzi a 26 (15 della sola Graves) per le padrone di casa. Da salvare per le rossonere la parziale reazione nel finale, che ha evitato il tracollo.

Le rossonere rimangono in vantaggio per 8’ nel primo quarto grazie ai buoni colpi di Brooque Williams e Verona, ma dal pareggio di Lucca sull’ 8-8, le ragazze di coach Serventi aprono una voragine nel secondo quarto con un parziale di 28-11 (fondamentale un 11-2 in 3’30’’) e lasciano il campo per la pausa sul +19. A fare la differenza per le lucchesi sono soprattutto le realizzazioni nelle vicinanze del canestro (molto efficaci Graves e Treffers): le sestesi, prive dell’ala Kalis Loyd, soffrono molto nel pitturato e non riescono a compensare con le soluzioni nella metà campo offensiva: solo 19 i punti segnati nella prima metà di gara, dove tutto si è deciso.

Alla fine del primo periodo e al termine del secondo, l’Allianz Geas tenta di arginare le iniziative avversarie con la zona fronte pari – soluzione già provata, felicemente, nei due scontri precedenti – ma riesce solo minimamente a fermare l’onda di Lucca. Nella ripresa, Reggiani e Graves allungano fino al massimo +23 con 8’25’’ da giocare. Con Verona, Panzera e Williams, Sesto anticipa qualche passaggio avversario e ritrova la via del canestro. Dopo la tripla del +22 di Gatti, le ragazze di coach Zanotti, macinano un 10-2 in 1’40’’ fino al -14. Ma il 5-0 di Graves e Gatti vale il rinnovato +19, ritoccato poi a +17. All’inizio dell’ultima frazione, nessuna delle due squadre segna per 1’45’’: Reggiani, Vaughn e Treffers mettono il timbro sul +23 con un altro 6-0, prima che l’Allianz Geas si rifaccia sorprendentemente sotto, grazie a una fiammata di Arturi (8 punti in pochi minuti), supportata da Williams e Panzera, che portano ad un parziale positivo di 13-0.  Lucca però non si smarrisce e si dimostra glaciale a gioco fermo: il 4/4 di Gatti e Treffers (prima di questo momento 0/4 ai liberi) raffredda gli entusiasmi di Sesto, che, dopo la tripla del -11 di Schieppati, subisce 5 punti consecutivi da parte di Gatti e Orazzo. La gara termina 70-55.

Le rossonere pagano cara la mancanza di centimetri e reattività sotto le plance, contro giocatrici estremamente fisiche come Graves e Treffers. L’Allianz Geas tira col 42% da due (18/43), col 24% dall’arco (4/17, ma gli unici quattro centri arrivano nel momento della rimonta del quarto quarto, in 2’10’’) e col 78% ai liberi. Lucca è molto più precisa dentro l’area da tre (57% da due, con 23/40), ma non brilla dalla distanza (26%, 5/19) e dalla lunetta (9/16: 56%). In linea con l’andamento dello scontro, Lucca domina a rimbalzo, con 41 (di cui 9 offensivi), contro i 26 delle ospiti, e fa girare con maggior fluidità la palla in attacco: 14 assist, contro i 5 di Sesto. Tra le ragazze di coach Serventi, vanno in doppia cifra tutte e tre le straniere e la capitana Gatti. Graves detta legge sotto canestro e termina in doppia doppia, con 17 punti (7/11 dal campo, 3/3 ai liberi), 15 rimbalzi, 2 assist, 2 rubate, 3 falli subìti e 30 di valutazione. Convince anche l’olandese Treffers, con 16 punti (6/8 da due), 8 rimbalzi, 2 assist, 6 falli subìti e 20 di valutazione; Vaughn chiude a 10 punti e 5 rimbalzi, mentre Gatti a 11 punti, con 3/4 dai 6,75. Guadagna spazio e fiducia all’inizio del fondamentale secondo quarto anche la playmaker del 1994 Reggiani. Tra le rossonere, Brooque Williams mostra alcune buone iniziative individuali e finisce a 18 punti (6/11 da due), 4 rimbalzi, 5 falli subìti e 17 di valutazione. In doppia cifra Costanza Verona, con buoni cambi di marcia in penetrazione; apprezzabili Arturi e Panzera (entrambe a quota 8 punti) per la voglia di lottare fino in fondo.

Il campionato di serie A1 femminile si ferma in occasione della finestra riservata alle nazionali e riprenderà domenica 25 novembre: l’Allianz Geas sarà allora impegnata nella trasferta di Torino.

COACH ZANOTTI commenta il match: “Non abbiamo prestato sufficiente attenzione e non abbiamo messo la giusta determinazione per provare a vincere la partita. Abbiamo corso una gara piena di disattenzioni: se giochiamo in questo modo facciamo molta fatica. Abbiamo avuto percentuali molto basse al tiro: dall’arco, senza contare il quarto quarto, abbiamo tirato con un pessimo 0/13. A questo, si è aggiunta la scarsa applicazione nella metà campo difensiva. Questa gara ormai è chiusa: buttiamo già la testa alla prossima. Abbiamo tempo per recuperare gli acciacchi e la concentrazione”.


 

Antonio Giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK