"VOGLIO IL TERZO POSTO": il ds biancoceleste Colombo ci crede

News dal mondo PRO SESTO

| di redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

Una domenica senza Pro Sesto per mettere i pensieri in ordine, arriva proprio nel momento giusto questa sosta. Dopo l’inopinata sconfitta di Como e lo scialbo pareggio con il Villa Valle, forse uno sosta servirà a far ricaricare le pile a tutto il gruppo. Che comunque continua ad allenarsi e domani, venerdì 8 marzo alle ore 15, disputerà un’amichevole a Verano Brianza contro la Folgore Caratese.

“Stanchi? Forse mentalmente, non certo fisicamente, visto che tutti i test atletici dicono il contrario”: a mettere i puntini sulle "i" ci pensa il direttore sportivo, Jacopo Colombo, che non si sottrae certo all’analisi del momento e a ciò che sarà nel prossimo futuro per la squadra biancoceleste.

“La sconfitta di Como ci ha detto da un lato che siamo competitivi, dall’altro ha lasciato degli strascichi e delle tossine che la squadra ha pagato con il Villa Valle – spiega Colombo -; ma il gruppo è vivo, contro i bergamaschi abbiamo chiuso in crescendo e con un po’ di fortuna avremmo potuto vincere. Certo, possiamo e dobbiamo dare di più”.

Un campionato che ha visto la Pro Sesto forse troppo presto tagliata fuori dalla lotta per la vittoria finale: “E’ vero che abbiamo buttato via tanti punti con compagini di livello inferiore al nostro. E questo è un difetto che dovremo limare al più presto. E’ anche vero che non esiste un girone in tutta la serie D con due corazzate come Como e Mantova. Ora però bisogna guardare avanti e al nostro obiettivo: arrivare terzi”.

Già, il ds Colombo mette in guardia staff e giocatori: “Ci aspettano otto gare fondamentali, nelle quali voglio vedere lo spirito sestese in tutti i ragazzi. La società merita di essere ripagata dagli sforzi che sta compiendo in questi anni e il caloroso pubblico biancoceleste si merita di vedere i play off al Breda”.

Anche se è troppo presto per parlare di futuro e programmazione, Colombo getta lì qualche indizio: “La società sta programmando un progetto a 360 gradi vincente e sicuramente vorrà continuare nel suo intento, quello di arrivare il più in alto possibile. Ecco, mettiamola così: queste otto partite serviranno anche a capire chi tra i giocatori attualmente in rosa potrà ancora far parte del nostro progetto e chi ha a cuore davvero le sorti della Pro”.

A cominciare dalla trasferta di Mantova: “Compagine che gioca un ottimo calcio con giocatori importanti. Come la Pro Sesto. In terra virgiliana voglio vedere il vero volto della mia squadra”. Se lo augurano tutti.
 

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK