YAMAHA APRE LE PORTE DELLA TECHNICAL SCHOOL AGLI STUDENTI DEL CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SALESIANO DI SESTO SAN GIOVANNI

OSDB Sesto e Yamaha insieme per il futuro dei giovani

| di Domenico Galli
| Categoria: Territorio
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Lo scorso 13 dicembre 2019 a Gerno di Lesmo, Yamaha ha aperto le porte della Technical School siglando una partnership con l'accreditato Centro di Formazione Professionale Cnos-Fap delle Opere Sociali Don Bosco di Sesto San Giovanni, per ridurre lo spazio tra il mondo del lavoro e quello della scuola. 

L'istituto di Sesto San Giovanni ha investito nel settore moto creando una specializzazione per l'assistenza e la riparazione dei veicoli a due ruote. Yamaha supporterà questo indirizzo con materiale didattico, moto per la formazione e la partecipazione dei propri formatori alle lezioni. I migliori studenti, durante il 4° anno, avranno l'opportunità di svolgere gli stage formativi presso l'azienda e nella rete assistenza Yamaha, in modo da creare i presupposti per il loro futuro inserimento.

Andrea Colombi (Country Manager Yamaha Italia): "Crediamo fortemente che il sistema delle imprese abbia anche la responsabilità di reinvestire sul territorio, sia attraverso la fornitura di beni strumentali ma anche e soprattutto con la condivisione di competenze. Questo accordo ne è una dimostrazione. Vogliamo creare figure professionali tecniche formate con gli standard Yamaha e che possano rispondere ad un mercato in forte mutamento, grazie a un percorso durante il quale scuola e azienda lavorino insieme proponendo internship di formazione presso la rete dei concessionari ufficiali".

Don Elio Cesari (Direttore OSDB) ha espresso la sua soddisfazione per questa unione: "Le Opere Sociali Don Bosco di Sesto sono la scuola salesiana più grande d'Europa, si contraddistingue per l'altissimo livello di preparazione dei suoi studenti ed è una delle poche ad avere una specializzazione dedicata alle due ruote. La partnership con la Casa dei Tre Diapason diventa così la possibilità per i nostri ragazzi di lavorare con attrezzature all'avanguardia e allo stesso tempo di poter vivere un'esperienza educativa anche a livello umano, grazie al confronto, il lavoro di team e la condivisione di un sistema valoriale".

Conclude Francesco Cristinelli, Direttore Cnos-Fap di Sesto: "Questa firma segna il raggiungimento dell'obbiettivo di creare realtà concrete che facilitano la transizione studio-lavoro attraverso la formazione e l'introduzione al mondo del lavoro. Questa esperienza attiva tutti gli attori coinvolti grazie alla riqualificazione didattica, alla formazione di personale qualificato e all'ulteriore formazione degli stessi educatori dell'istituto con corsi di aggiornamento all'interno della sede italiana di Yamaha".

Tutte le foto sono del nostro Domenico Galli, presente all'evento.

Domenico Galli

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK