Giornata Mondiale dell’Acqua 2017

Valorizzazione e recupero al centro degli impegni di Gruppo CAP

| di Raffaella Lamastra
| Categoria: Territorio
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Giornata Mondiale dell’Acqua 2017


È già in viaggio il simbolo su quattro ruote di Gruppo CAP dedicato all’economia circolare: una Fiat Panda Natural Power alimentata solo con biometano prodotto da acque reflue presso il depuratore di Bresso Niguarda. La vettura è stata consegnata questa settimana da Fca a Gruppo CAP e anticipa di qualche giorno l'edizione 2017 della Giornata Mondiale dell’Acqua, che quest’anno guarda innanzitutto al recupero e al trattamento delle acque reflue.

L'obiettivo sostenibile 6.3 dell'Onu invita infatti a "migliorare entro il 2030 la qualità dell'acqua eliminando le discariche, riducendo l'inquinamento e il rilascio di prodotti chimici e scorie pericolose, dimezzando la quantità di acque reflue non trattate e aumentando considerevolmente il riciclaggio e il reimpiego sicuro a livello globale". Un obiettivo sfidante se si pensa che, ad oggi, almeno 1,8 miliardi di persone nel mondo utilizzano fonti di acqua potabile contaminate dai reflui e più dell’80% delle acque di scarico prodotte da attività umane viene riversato in fiumi o mari senza sistemi di depurazione.

Proprio per stimolare una presa di coscienza sul valore del servizio idrico per garantire lo sviluppo sostenibile del territorio, Gruppo CAP promuove un fitto calendario di iniziative in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua.

 Dal locale al globale, la settimana inizia con due eventi che rappresentano le direttrici lungo le quali si sviluppa l’impegno di Gruppo CAP: da una parte il territorio dell’area metropolitana di Milano, con l’incontro Conoscere l’acqua del rubinetto, lunedì 20 al Centro interculturale delle donne di Cologno Monzese, dall’altra l’Europa, con l’evento Acqua e gestione pubblica di martedì 21, una sfida che parte da Barcellona grazie alla collaborazione con Aqua Publica Europea, l’associazione che raccoglie più di 40 aziende pubbliche del continente.

Il 22 marzo sarà una giornata ricca di eventi, primo fra tutti la pubblicazione on line della ricerca internazionale Water Grabbing, un atlante d’acqua, curata da Emanuele Bompan (scaricabile gratuitamente a partire dal 22), che ha visto la collaborazione di Gruppo CAP per trattare uno dei più temi più delicati della nostra epoca, quello della corsa all’accaparramento delle risorse. Sempre durante la Giornata Mondiale dell’Acqua, e a seguire il 1 aprile, verranno anche inaugurati i pozzi di prima falda di Corbetta e Binasco, che permettono di irrigare i campi sportivi senza utilizzare preziosa acqua potabile.

Mercoledì 22 marzo sarà anche una giornata di seminari e approfondimenti su vari risvolti legati al servizio idrico, che vedranno il coinvolgimento di Gruppo CAP. Il tema del diritto all’acqua sarà sviscerato nel seminario organizzato da CICMA (Comitato Italiano per un Contratto Mondiale sull’Acqua) a Milano presso

Fondazione Cariplo, mentre al Palazzo delle Stelline si parlerà delle connessione tra l’acqua e la salute dei cittadini e delle città con il convegno promosso da Mondohonline e sostenuto dal Parlamento Europeo. Infine, a Palazzo Isimbardi saranno presentate le migliori esperienze di innovazione ambientale dell’area milanese grazie al seminario inserito dalla Città Metropolitana di Milano nel programma +Community.

Una gestione sostenibile della risorsa idrica non può prescindere dal problema, sempre più attuale, del clima che cambia. Parte proprio da questa consapevolezza il lavoro che ha portato alla stesura del libro Le metropoli e l’acqua, curato dal presidente di Gruppo CAP Alessandro Russo e dal direttore generale Michele Falcone, che verrà presentato il 24 marzo presso la libreria Open di Milano. Durante l’incontro verranno approfondite le tematiche legate alla gestione dell’acqua piovana per prevenire allagamenti ed evitare problemi alle reti fognarie e ai depuratori, offrendo una panoramica delle migliori strategie urbane di adattamento ai cambiamenti climatici.

Gli ultimi eventi dedicati alla sostenibilità e alla valorizzazione dell’acqua pubblica si terranno l’1 e il 2 aprile con l’installazione a Cernusco sul Naviglio e a Cassina de’ Pecchi di In-VISIBILE: la prima fontanella urbana realizzata in digital fabrication. Grazie al contest promosso da Gruppo CAP, i due Comuni hanno potuto vincere il modernissimo arredo urbano, posizionandosi tra gli otto comuni nei quali il maggior numero percentuale di cittadini ha deciso di passare dalla tradizionale bolletta cartacea alla bolletta on line.

Gruppo CAP

 Il Gruppo CAP è una realtà industriale che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della Città Metropolitana di Milano e in diversi altri comuni delle province di Monza e Brianza, Pavia, Varese, Como secondo il modello in house providing, cioè garantendo il controllo pubblico degli enti soci nel rispetto dei principi di trasparenza, responsabilità e partecipazione. Attraverso un know how ultradecennale e le competenze del proprio personale coniuga la natura pubblica della risorsa idrica e della sua gestione con un’organizzazione manageriale del servizio idrico in grado di realizzare investimenti sul territorio e di accrescere la conoscenza attraverso strumenti informatici. Gestore unico della provincia di Milano per dimensione e patrimonio il Gruppo CAP si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale. Nel 2017 si è aggiudicato il premio assoluto Top Utility come migliore Utility italiana.

 

Assago, marzo 2017

 

Raffaella Lamastra

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK