Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

PARAFARMACIA PICARDI

INTERVISTA A SERGIO, TITOLARE DELLA PARAFARMACIA IN VIA F. PICARDI 120/122

Condividi su:

Benvenuti nella rubrica "ARTI E MESTIERI"

Questa rubrica vuole dare l'opportunità a chi ha investito la propria vita per il benessere del cittadino, offrendo non solo un servizio, ma portando allegria e colore nelle nostre strade di cemento, di farsi conoscere raccontandosi...
Riscopriremo una nuova Sesto, ed insieme collaboreremo ad un progetto di crescita e di positività per la nostra città.
 

Oggi conosciamo:

“ PARAFARMACIA PICARDI ” con l’intervista a Sergio Pegorini,  incontrato per noi da Domenico Galli.

A Sesto San Giovanni, in via F. Picardi 120/122, c’è una grande Parafarmacia che offre tanti servizi interessanti ed importanti per la nostra salute. Vieni andiamo a conoscerlo…

* * * 

Quando ha iniziato? E cosa sognava all'inizio della sua attività?
Io e mia moglie, la d.ssa Antonella Masnari, abbiamo iniziato nel giugno 2012,
dopo 20 anni di lavoro in multinazionali farmaceutiche. Siamo riusciti a realizzare il sogno di lavorare in proprio.
Ed è stato un nuovo punto di partenza nella nostra vita, non certo un punto di arrivo.

Perché ha scelto proprio questa attività? Quali motivazioni l'hanno spinta?
Come dicevo siamo farmacisti e quest’attività ci permette di continuare a vivere facendo quello che siamo capaci di fare. Le motivazioni? Lavorare in proprio mettendoci in gioco personalmente.

Cosa offre ai suoi clienti?
Al di là del settore merceologico( farmaci OTC e SOP. Integratori, dispositivi medici, dermocosmesi, prodotti per l’igiene e il capello), quello che offriamo è la massima disponibilità ad ascoltare i piccoli problemi di salute che tutti confidano al proprio farmacista, cercando di risolverli con la massima professionalità ed esperienza. Non da ultima una serie di servizi per la salute che vanno dalla semplice misurazione della pressione arteriosa, alla autoanalisi del sangue e delle intolleranze alimentari e all’autodiagnosi della celiachia. Abbiamo instaurato una partnership con importanti servizi di tele-cardiologia che ci permettono di offrire servizi di elettrocardiografia, monitoraggio  elettrocardiografico delle aritmie sintomatiche e holter pressorio. Tutti esami refertati da specialisti cardiologi. Collaboriamo inoltre, con liberi professionisti: una psicologa, una nutrizionista, un massofisioterapista e un osteopata.

Quali sono le caratteristiche personali che deve avere un commerciante per avere successo?
Avere successo nel nostro campo vuol dire essere credibili, disponibili all’ascolto, non dare nulla per scontato, essere aggiornati e soprattutto spiegare al cliente il perché consigliamo quel determinato farmaco o integratore o una crema per la sua pelle. La gente ha bisogno di capire, ed ogni cliente è unico, non ne esistono due uguali.

Quali sono le difficoltà che ha dovuto superare “ieri” e “oggi”?
A parte le spese che sono davvero tante, quello che manca di più a un farmacista di una parafarmacia è poter esercitare appieno la propria professione. Siamo farmacisti laureati, abilitati e aggiornati esattamente come i farmacisti che lavorano nelle farmacie, ma non ci concedono l’accesso pieno alla professione. Un esempio su tutti ? Non possiamo vendere farmaci con l’obbligo di ricetta, ma quando lavoriamo nelle farmacie o se lavorassimo tutt’ora in farmacia questo ci verrebbe concesso. E non è un problema  di sicurezza, per legge adempiamo agli stessi obblighi delle farmacie. Uno su tutti siamo soggetti alla tracciabilità del farmaco imposto dal Ministero della Salute.  Anche per il nostro Ordine Professionale siamo uguali nei doveri, ma non nei diritti.
 

Come le sta superando? Cosa fa di concreto per ?

Con la nostra associazione (Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane) stiamo cercando di far riconoscere i nostri diritti.

Ha mai pensato di mollare tutto?
Assolutamente no. Il momento è difficile ma mollare non rientra nel nostro carattere.

In che cosa si sente cresciuto rispetto a quando ha iniziato?
Rispetto a quando ci siamo laureati abbiamo fatto tanta esperienza e acquisito sicurezza in noi stessi. Rispetto a quando abbiamo aperto nel 2012, ho imparato tanto da mia moglie che ha sempre fatto la farmacista al banco.

Se potesse fare una richiesta cosa e a chi la chiederebbe?
Alla nostra Amministrazione chiederei maggior attenzione per i negozi. Tutti.
Fanno parte del tessuto sociale di una città e si trova spesso un’attenzione al cliente che solo chi vive la città da vicino può dare.
Permettetemi, ma nei centri commerciali non è così, il personale è sempre differente, ed è più difficile avere una persona di riferimento all’interno di un negozio.

Cosa fa di utile per il cittadino di Sesto?
Sicuramente ci prodighiamo per farlo, ma solo i nostri clienti e speriamo, i nostri futuri clienti,  possono rispondere a questa domanda.

Che consiglio darebbe ad un giovane che vuole iniziare la sua attività?
Che non è facile, ma se ci credi veramente e se sei  disposto  a perseverare, fai pure. Ti toglierai della soddisfazioni.

Un messaggio da lasciare ai suoi clienti attuali e a quelli futuri?
Faremo sempre di più e del nostro meglio per venire incontro alle vostre esigenze di salute.

* * * 

Ringrazio Sergio,  per la sua  cortesia e disponibilità a nome di tutta la redazione di SestoDailyNews.

PARAFARMACIA PICARDI   in via F.lli Picardi  120/122  a Sesto San Giovanni.
Vi aspetta!

                                                                 
 

Condividi su:

Seguici su Facebook