UNA VISITA AL MUSEO DEL 900

Dreaming of art

| di Chiara Nicolini
STAMPA

Al Museo del Novecento in piazza Duomo a Milano, si possono ammirare non solo esposizioni temporanee ma anche un’esposizione permanente di opere d’arte del XX secolo.
Il museo nasce per diffondere la conoscenza dell’arte del Novecento e generare pluralità di visioni e capacità critica. Gli spazi sono organizzati in modo da attrarre nicchie di pubblico diverse: adulti, bambini e persino addetti ai lavori. Lo scopo è quello di richiamare quanto più pubblico possibile, favorendo quindi un approccio interculturale. L’esposizione permanente può vantare la presenza di ben 400 opere tra dipinti, installazioni, statue ed ambienti.

L’esposizione segue un ordine cronologico: si parte da Pellizza da Volpedo per poi continuare con opere futuristiche, l’arte che ha caratterizzato l’intervallo di tempo trascorso tra le due guerre, l’astrattismo, lo spazialismo ed infine l’arte povera. Il Museo annovera all’interno del suo patrimonio artistico opere del calibro di Kandinskij, Modigliani, Picasso e Matisse. Uno spazio particolarmente importante hanno assunto le opere di figure fondamentali per la città di Milano: Boccioni, Carrà, Morandi, De Chirico, Arturo Martini, Fontana e Manzoni.

Il Museo per il momento è aperto il sabato e la domenica, dalle 11.00 alle 18.00 con prenotazione obbligatoria per il rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19, misurazione della temperatura all’ingresso e obbligo di mascherina, i biglietti sono disponibili online.

Chiara Nicolini

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK