INCANTI RUSSI A TORINO

Dreaming of art

| di Chiara Nicolini
STAMPA

Fino al 27 settembre alla Pinacoteca Albertiana è possibile vedere la mostra “Incanti russi”, che porta a Torino le opere pittoriche di tradizione dell’Accademia Glazunov di Mosca prorogata fino al 27 settembre 2020.

Sono esposti 22 dipinti selezionati insieme alla presidente d’Accademia Paola Gribauro e realizzati da tutti gli studenti come tesi di diploma o negli anni di studio all’Accademia Glazunov, tra il 1999 al 2019. In queste opere scelte predomina il carattere storico, religioso nonché il folklore popolare della grande nazione russa. In Queste opere prevale immediatamente il carattere virtuoso nello sguardo dell’osservatore per il sapiente uso del colore e una precisione dei dettagli d’insieme; mentre con gli occhi interiori si coglie il tempo della felice stagione della pittura russa del realismo e verismo ottocentesco, e il fascino fiabesco di questo paese; i dipinti ricreano l’incanto di un tempo perduto, atmosfere lontane che traggono ispirazione dalle scenografie teatrali dei grandi registi russi che gli allievi hanno studiato e approfondito nel
corso degli anni in Accademia realizzando una sfida moderna.

L’esposizione torinese, vuole restituire uno sguardo quasi cinematografico su un mondo magico di una terra, di una cultura e di un popolo che ha influenzato l’immaginario artistico europeo, ancora prima del suo grande e decisivo momento storico dato dalla Rivoluzione d’Ottobre.
Il personale garantirà il distanziamento sociale tra i visitatori ed eviterà qualsiasi forma di assembramento. L’accesso avverrà dal numero civico 6 di via Accademia Albertina, dove avverrà la misurazione della temperatura corporea. I visitatori dovranno obbligatoriamente portare con sé la mascherina.

Chiara Nicolini

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK