Estratto da “STIRPE” di Marcello Fois

sempre per te scriverò

| di Mariarosa Bugini
STAMPA

Ma come si racconta questa storia di silenzi? 
Voi lo sapete,
tutti lo sanno che le storie si raccontano 
solo perché da qualche parte sono accadute.

Basta afferrare il tono giusto, 
dare alla voce quel calore interno di impasto che lievita, 
sereno in superficie,
turbolento nella sostanza.

Basta capire dove sia il chicco e dove sia la pula, 
pensando senza quasi pensare.

Perché sapere di pensare 
è come svelare il meccanismo 
e svelare il meccanismo è come rendere mortale la storia. 

Da “STIRPE” di Marcello Fois

Mariarosa Bugini

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK