12 maggio: Giornata mondiale delle Infermiere... e la storia della "Dama della lampada"

sempre per te scriverò

| di Mariarosa Bugini
STAMPA

FLORENCE NIGHTINGALE- DAMA DELLA LAMPADA (*)


Il 12 maggio 1820, a Firenze, nasce la figlia dei coniugi William Edward e Frances Nightingale alla quale, per onorare la città che li ospita, viene dato il nome Florence. A soli sedici anni dichiara ai genitori, nonostante i loro tentativi di dissuaderla, di voler intraprendere la professione dell’infermiera.

In Inghilterra, nella metà dell’Ottocento, le infermiere professionali non esistono e quelle esistenti sono figure ambigue, mal viste dalla collettività. Florence dopo aver rifiutati vari pretendenti alla sua mano, dichiara di non volersi sposare, ha idee molto chiare sul suo futuro, di quanto vuole fare, non solo per se stessa ma per l’intera collettività. Infatti nella prefazione del suo scritto piu’ famoso “Notes on Nursing, cioè appunti di assistenza agli ammalati dichiara: "Ogni donna deve, in un momento o nell’altro della sua vita, diventare una infermiera, cioè farsi carico della salute e del benessere di un’altra persona".

Flo è infatti convinta che il compito che si è prefissata non è quello di limitarsi ad esercitare questa nobile funzione sociale solo nell’ambito della propria famiglia, ma di dover fare ben di meglio su piu’ vasta scala. Su Flo come “madre di tutte le infermiere” si sa molto: la progettazione ospedaliera, concepita in un modo assolutamente innovativo per il periodo : soffitti alti, grandi finestre,letti distanziati lungo le pareti e il presidio infermieristico al centro del reparto. Nella sua razionalizzazione statistica degli eventi, Flo ha anche ideato il primo certificato di decesso che doveva essere compilato per monitorare le diverse situazioni di mortalità. La sua proposta al congresso internazionale di Londra nel 1860 porterà allo sviluppo del primo modello di raccolta sistematica di dati ospedalieri e il modulo viene usato ancora oggi negli ospedali di tutto l’Occidente.

Durante la sua lunga vita Flo scrive molto, rapporti, resoconti, promuove e organizza la nobile professione paramedica. La Regina Vittoria la reputa una gloria nazionale e la insignisce di svariate onorificenze. Il 12 maggio, data della sua nascita fiorentina, è diventata la Giornata
Internazionale delle Infermiere.

Curiosità :

(*) Nightingale in inglese significa “usignolo”

(*)Veniva chiamata la Dama della lampada, perché di notte, con una lampada in mano si aggirava nei reparti per controllare che i malati fossero
ben accuditi e che tutto fosse sotto controllo.

(*)Per affrontare l’attuale emergenza corona-virus, il governo britannico ha organizzato cinque ospedali in tempo di record. Quello di Londra, in grado di ospitare 4.000 pazienti e realizzato in nove giorni all’interno dell’Excel Exibition Centre della città, è stato intitolato proprio a Florence Nightingale.

Mariarosa Bugini

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK