LA LEGGENDA DI LUGLIO

sempre per te scriverò

| di Mariarosa Bugini
STAMPA

Narra la leggenda che una giovane Ninfa, di nome Clizia, si fosse perdutamente innamorata del Sole, tanto da seguirlo con gli occhi tutto il giorno, per rimirarlo mentre guidava il suo carro di fuoco nel cielo.

Il Sole dapprima ne fu davvero molto lusingato e anche un pochino intenerito da quella devozione ,tanto da credere di esserne a sua volta innamorato. Ben presto però, passato il primo entusiasmo, si stancò di lei e rivolse altrove le sue attenzioni. La povera Ninfa si disperò tanto : pianse ininterrottamente per nove interi giorni e, continuando a contemplare il suo perduto amore, rimase immobile in mezzo ad un prato.

Avvenne cosi’ che il corpo di Clizia pian piano si trasformò in uno stelo alto e resistente e i suoi piedi, come radici, si piantarono saldamente nella terra. Quando il suo viso e i suoi capelli divennero una grande corolla dorata, fu possibile vedere che Clizia non c’era piu’. Al suo posto, dal suo amore per il Sole, era nato un bellissimo fiore del colore dell’oro : il Girasole.

Ancora oggi, tutti i giorni e per sempre, Clizia può continuare a rimirare il Sole, il suo amore nel cielo.

Mariarosa Bugini

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK