Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Diversamente Belle"... il progetto di Maria Vittoria Corasaniti creato per le donne!

Essere premiata da Dario Salvatori mi ha spinta a perseguire il mio sogno!

Condividi su:

Chi è Maria Vittoria Corasaniti.

In tasca un diploma di maturità classica e una laurea in scienze del servizio sociale.

Ha studiato per 10 anni musica, chitarra classica e canto. Adora il mondo dello spettacolo, organizza eventi e fino ad oggi ha collaborato con vari blog per i quali si occupava di interviste a personaggi televisivi.

Determinata, sa cosa vuole dalla vita e fa di tutto per raggiungere gli obiettivi! Innamorata della vita ,amante delle nuove esperienze e molto dinamica nel cambiamento. Dicono che sia un contenitore pieno di idee!

L'Intervista.

Quando ti sei accostata per la prima volta al mondo "artistico", del web e dello sport?

L’amore per l’arte e per il blasonato mondo dello spettacolo è insito nel mio Dna, secondo me la prima parola che ho pronunciato da bambina è stata vip o fashion o tv. La società inoltre nel momento in cui fisicamente non rispecchi determinati canoni di bellezza e di agilità tende a ghettizzarti ed entri a far parte di una “categoria”. Crescendo si è rafforzata in me la voglia di rompere questi schemi e di coronare il mio sogno.

Sicuramente la mia carta vincente non poteva essere il mio fisico, non potevo di certo fare la velina o partecipare ad un concorso di bellezza. Mi sono resa conto che l’arte, il settore dell’informatica ed il web potevano essere gli strumenti ideali per confrontarmi con la società in maniera equa, la magia delle parole, della musica, della pittura, la tecnologia non conoscono limiti e barriere. Nonostante la mia tenera età, riuscivo a trasformare le mie emozioni in versi, avveniva tutto in maniera naturale, vincendo anche numerosi concorsi nazionali. All’età di 12 anni percepii che nel mio cuore si nascondevano alcune emozioni così delicate che potevo esprimere solo attraverso la musica ed il canto.

Nel frattempo mi dedicavo anche alla gestione di alcuni siti, blog e fan club di personaggi dello spettacolo, soprattutto appartenenti al mondo dei reality e programmi di Maria De Filippi. Subito dopo essermi diplomata, ho iniziato a collaborare in modo gratuito con agenzie di spettacolo, il mio compito era la promozione di personaggi televisivi sul web e la realizzazione di una sorta di reportage sulle loro ospitate nei locali ed inoltre gestivo i contatti con i fans. Più passava il tempo e più mi divertivo, ecco perché successivamente mi sono proposta come blogger a tutti gli effetti, nel concreto realizzavo interviste a personaggi dello spettacolo e tutt’ora collaboro con uno dei blog più conosciuti nella rete.

Mi sono affacciata al mondo dello sport inizialmente attraverso il basket, fino ad 1 anno fa svolgevo attività di ufficiale di campo, uno dei miei sogni irrealizzati ( in quanto attualmente non esiste un corso per disabili) è quello di giocare in qualche squadra. Per vari motivi ho lasciato e nel frattempo una mia cara amica mi ha convinta ad iscrivermi al corso di vela specifico per disabili, organizzato dal Club Velico di Crotone in collaborazione con Massimo Dighe, si tratta del primo ed unico corso dalle Marche fino alla Sicilia.

E’ stata formata una squadra ed io per ora sono l’unica donna, ad ottobre se Dio vuole, dico sempre così perché sono molto religiosa, si disputerà la prima regata a Loano.

E oggi, cosa ti spinge a continuare questo percorso?

Fin da piccola mi sono proposta di vincere una sfida, rendere la mia vita fantasticamente diversa, e di essere definita tale dalla società non per la mia disabilità ma per nel mio modo di pensare, di agire, ecco perché io continuo a migliore le mie qualità artistiche e non posso assolutamente fermarmi. La normalità mi annoia, amo la vita frenetica ed inoltre sia l’attività da blogger che quella nello sport mi permettono di confrontarmi con tante realtà differenti da quelle che vivo nella mia città, non potrei fare più a meno di questo contatto umano. L’ultima mia affermazione potrà sembrare un paradosso visto che i blog fanno parte comunque di un mondo virtuale, ma dietro ad ogni intervista, ogni articolo, ogni post c’è una storia dietro.

Parlami della tua "esperienza"...

Per quanto riguarda il mondo artistico l’esperienza più bella è stata la premiazione del concorso Claudio Mazzitello, essere premiata da Dario Salvatori e ricevere i suoi elogi è stato davvero gratificante e mi ha spinta a continuare il mio percorso. Il mondo dello spettacolo mi ha aiutata invece ad avere ancora più autostima. Grazie alla vela dopo 17 anni sono ritornata al mare, ho affrontato l’ansia facendomi capire che solo nel mare siamo tutti uguali.

Un aneddoto che mentalmente non ti lascia…

La prima volta che sono salita in barca, sentivo come se il mare mi abbracciasse, una sensazione che una persona non ti può dare perché sai che il mare non potrà mai tradirmi, per la prima volta ho lasciato andar via ogni pensiero, mi sono fatta cullare dal ritmo della sua musica. La mia esperienza da blogger racchiude tanti ricordi, in tutti questi anni ho trasformato il mio cuore in un cd dove ho masterizzato tutte le mie emozioni, aneddoti simpatici ma a volte anche un po’ deludenti. L’attività di blogger mi ha permessa di ritagliarmi il mio spazio nel mondo dello spettacolo, ecco perché dico a tutti i ragazzi studiate, abbiate capacità di linguaggio e cultura perché sono gli strumenti principali per arrivare a raggiungere i vostri sogni io ce l’ho fatta grazie alla voglia di esprimermi ma anche e soprattutto con la capacità di far narrare agli altri le loro storie.

Per me il mondo dello spettacolo è quella nicchia in cui mi racchiudo quando voglio sentirmi protetta, perché dal primo giorno ho trovato persone che mi hanno fatto sentire me stessa, mi sono sempre confrontata con persone che avevano rispetto e che non mi facevano sentire diversa, nonostante le donne abbiano corpi stupendi non mi hanno mai messa in difficoltà quindi porto tutto con me nel mio cuore ogni piccolo istante.

Parlami del tuo ultimo progetto…

Attualmente oltre ad occuparmi delle mie attività sul web e dello spettacolo, sto portando avanti il progetto Diversamente Belle, ideato personalmente da me in cui vengono coinvolte altre donne che sono diversamente abili e anche personaggi televisivi. L’obiettivo principale è quello di poter ridare un’adeguata identità femminile alle donne disabili ed abbattere i pregiudizi. Troppo spesso si pensa che siamo “inabili” alla vita, donne asessuate, che non possono diventare madri, che non possono svolgere attività lavorative, invece sfateremo questi miti dimostrando concretamente le nostre abilità, qualità e voglia di vincere nella vita.

Definisciti in tre parole…

Testarda, determinata, estroversa.

Se tornassi indietro cosa non faresti?

Potrà sembrare scontato ma rifarei tutto, pentirmi di qualcosa compiuta nel passato equivale a rinnegare una parte della mia vita e quindi di me stessa. Ogni scelta che ho fatto nella vita giusta o sbagliata che sia non è mai stata dettata dal caso, c’è sempre stata una ragione, quindi quando mi giudicano gratuitamente invito sempre a mettersi nei miei panni, di vivere sia i momenti belli e sia quelli brutti della mia vita e poi liberi di poter esprimere ogni parere.

Cosa consiglieresti ai giovani che si vogliono accostare al mondo dello spettacolo?

Il mondo dello spettacolo sta subendo dei forti e sostanziali cambiamenti, viene richiesta sempre di più professionalità e preparazione, competenze artistiche, di linguaggio e comunicative, tutto ciò lo si può apprendere solo attraverso una preparazione personale, studi approfonditi. Altrimenti bisogna accontentarsi di semplici comparsate, vivere l’esperienza di un reality, ma il mondo dello spettacolo è tutta un’altra cosa, il significato del termine la dice lunga.

http://autori.fanpage.it/maria-vittoria-corasaniti/   L'indirizzo virtuale per seguìre la nostra ospite!

Ringraziamo Maria Vittoria dandole appuntamento sempre qui su Stelle di Giorno, per un'altra intervista, un'altra emozione!

Condividi su:

Seguici su Facebook