Elisabetta Flumeri & Gabriella Giacometti, I Love Capri: Fantasia, creatività, evasioni...in Tandem!

"Una frizzante commedia romantica tra stelle Michelin e paesaggio da sogno!"

| di Concita Occhipinti
STAMPA

Oggi per voi lettori affezionati di Sestodailynews due ospiti d'eccezione!!

Elisabetta Flumeri e Gabriella Giacometti...andiamole a scoprire insieme!

Il Libro:  I Love Capri

La Trama.

Tra gli schiamazzi dei turisti in visibilio di fronte allo spettacolo dei faraglioni, il traghetto sta per attraccare all'isola azzurra. Ma Mel Ricci, giovane blogger di cucina, quasi non ci bada assorta com'è nei suoi pensieri. Una vaga sensazione di disagio si sta infatti facendo spazio in lei. Mel ha appena ricevuto da una piccola casa editrice un'offerta favolosa: diventare la ghost-writer dell'autobiografia di Fabrizio Greco.

Famosissimo e affascinante chef, che ha raggiunto il successo grazie alle sue sensuali mise en place e ora gestisce il locale più trendy di Capri. All'inizio, l'idea di scrivere quell'autobiografia l'aveva affascinata ma Mel sa bene che il suo compito sarà tutt'altro che facile. E, approdata sull'isola per lavorare gomito a gomito con lui, scoprirà presto che nel passato misterioso dell'inaccessibile cuoco si nasconde più di un segreto. La magia di Capri riuscirà però a sciogliere anche le resistenze più tenaci. Perché a Capri tutto è possibile. Anche innamorarsi.

Dopo L'amore è un bacio di dama, Elisabetta Flumeri e Gabriella Giacometti firmano una nuova, divertente e frizzante commedia romantica tra stelle Michelin e paesaggi da sogno. Non perdete le sensuali ricette di Fabrizio in appendice al libro, e tante altre vi aspettano nell'ebook Le ricette di I love Capri (e non solo), che include un'imperdibile spin off con i personaggi del romanzo.  

Le Autrici.

Elisabetta Flumeri & Gabriella Giacometti sono una collaudatissima coppia creativa. Autrici di romanzi rosa e fotoromanzi, hanno scritto per la radio e la pubblicità, fino all'approdo al piccolo schermo come sceneggiatrici di note fiction quali Incantesimo, Carabinieri e Orgoglio.  

L'Intervista

Quando vi siete accostate per la prima volta al mondo della letteratura?

Gabriella:

Da bambina, mio padre amava Salgari e aveva tutti i suoi libri, ne presi uno per emulazione e iniziai a leggere, da quel momento non ho più smesso.

Elisabetta: A sei anni, appena ho imparato a leggere da sola. Ho cominciato con tutte le raccolte di fiabe che mia mamma aveva fatto per me, poi sono arrivati “I pirati della Malesia” ed è stato amore a prima vista…

E oggi, cosa vi spinge a continuare questo percorso?

Elisabetta: I libri sono da sempre la mia passione. Come lettrice, prima di tutto. E poi come scrittrice. Scrivere è il mio modo di esprimermi…ma anche l’unico lavoro che ho sempre voluto fare.

Gabriella: La voglia di raccontare storie.

Chi ringraziereste per il successo ottenuto?

Gabriella:  Elisabetta

Elisabetta: Gabriella

Un aneddoto che mentalmente non vi lascia.

Elisabetta:  Un giorno il marito di Gabriella, avvocato, mi ha presentato a un collega inglese con queste parole: “She is my wife’s real partner”

Gabriella: Il giorno in cui Elisabetta mi telefonò per dirmi che avevano comprato il nostro primo romanzo “Un sogno di cristallo”, ero convinta che stesse prendendomi in giro. Solo quando arrivò a casa mia con i biglietti per il treno per Milano mi convinsi che era vero. Il nostro sogno si stava avverando.

Parlateci del vostro ultimo "progetto"

Gabriella: Quale?

Elisabetta: Sulla nostra scrivania ci sono sempre due o tre progetti contemporaneamente, al momento stiamo scrivendo il nuovo Privé per la Sperling & Kupfer, un erotico ambientato fra i sassi di Matera, e poi abbiamo due progetti per la televisione, ma per scaramanzia di questi non parliamo.

Per realizzare il vostro sogno, con quale regista o autore vorreste lavorare se vi venisse data la possibilità di realizzare un film?

Elisabetta: Spielberg

Gabriella: Tim Burton

Definitevi in tre parole.

Elisabetta: riflessiva, disponibile, permalosa

Gabriella: Caotica, accogliente, impositiva (lo dicono gli altri!)

Se tornaste indietro cosa non rifareste?

Gabriella: Il liceo scientifico, l’ho scelto in un momento molto particolare della mia vita solo perché andavo bene in matematica, ma fin dai primi anni capii che quegli studi non avevano nulla a che fare con me

Elisabetta: In realtà nulla. Ho sempre fatto quello che desideravo fare, credendoci fino in fondo.

Cosa consigliereste ai giovani che si vogliono accostare al mondo della letteratura?

Gabriella: alle donne di iscriversi a EWWA European Writing Women Association, l’associazione di donne che si occupano di scrittura che abbiamo fondato meno di un anno fa. Ci sono giornaliste, sceneggiatrici, scrittrici, traduttrici, organizziamo workshop di scrittura, di aggiornamento e tanti incontri con gli autori. Agli uomini di leggere, leggere, leggere. Ma questo vale per tutti.

Elisabetta: Sottoscrivo e aggiungo due cose. Leggete di tutto, seguite l’istinto o l’interesse del momento, siate onnivori e mai prevenuti. E ricordatevi che le doti primarie di uno scrittore sono la curiosità e la capacità di ascoltare.

Ringraziamo Elisabetta e Gabriella e diamo loro appuntamento sempre qui su Stelle di Giorno per un'altra intervista, un'altra emozione!

Concita Occhipinti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK