Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vacanze da Tiffany, Francesca Baldacci: Scrivere non è più uno sport!

Sperling&Kupfer: Un contratto, dopo i primi Top 100 su Amazon!

Condividi su:

Francesca Baldacci, scrittrice e giornalista, ha iniziato a pubblicare racconti per riviste dal 1979, a ventun anni, e da allora ha collezionato svariate attività nel campo editoriale, tra cui segnaliamo la collaborazione per quattordici anni a una rivista mensile di calcio dove ha realizzato servizi,

e interviste ai più grandi campioni, la realizzazione di sceneggiature per i fotoromanzi e per la Walt Disney Company.

poi tornata al suo… primo amore, novelle e romanzi per riviste, che scrive tuttora.

Di recente sono usciti quattro suoi ebook che stanno ottenendo un bel successo di pubblico, “Il Principe della Notte”, Mystery Chick,Vacanza da Tiffany”, “L'amica americana” e la raccolta di racconti “W l'estate”.

In cartaceo è apparsa la biografia di Gabriele Lorenzi, mitico tastierista della Formula 3, La macchina del tempo”, di cui è co-autrice, edito da Miremi.

Onorati d'averla quale ospite d'onore per i lettori del nostro quotidiano online, di seguìto riportiamo le risposte alla nostra intervista che desideriamo giunga a tutti gli amanti della lettura!

-Quando ti sei accostata per la prima volta al campo letterario?-

"Ho sempre scritto per diletto, ma la mia prima pubblicazione risale al 1979, su una rivista che a quei tempi andava fortissimo, Bolero Teletutto. Da allora non ho più smesso, e ho fatto della mia passione un lavoro."

-E cosa ti spinge a continuarne il percorso?-

"Non sono mai stata preda della "paralisi da foglio bianco": anzi, le idee mi inseguono! Quello che mi spinge a continuare questo percorso, dunque, è... l'ispirazione che non manca mai, oltre alla voglia di mettermi sempre in gioco, anche con esperienze diverse."

-Chi vorresti ringraziare per il successo ottenuto?-

"Ringraziamenti dovrei farne molti: in particolare alle amiche che mi hanno sempre sostenuto, amiche-colleghe, che io a volte definisco "sorelle di penna". Ma un po' anche... a me stessa, perché non mi sono arresa mai!" "Quando sono stata contattata dalla Sperling&Kupfer non volevo crederci: così per qualche tempo ho addirittura pensato di essere vittima di uno scherzo di qualche lettrice birbona!"

-Parlaci del tuo ultimo progetto...-

"Il mio progetto è già una realtà: "Vacanze da Tiffany" è stato un ebook autopubblicato, che ha ottenuto subito un grandissimo successo di pubblico, tanto da balzare in testa alle classifiche dei più venduti. E' una storia d'amore, genere commedia romantica e brillante - così l'ha definita chi l'ha già letta. Inneggia al film mito "Colazione da Tiffany" e agli anni Sessanta: in particolare musica e cinema. Qualcosa che ho sempre avuto nel cuore e che non tramonterà mai."

-Se tornassi indietro, cosa non rifaresti?-

"Non ho troppi rimpianti, veramente. Avrei potuto diventare giornalista professionista, mi si era offerta più di una opportunità per questo, ma ho voluto dedicarmi alla mia famiglia e sono felice di averlo fatto..."

-Definisciti in tre parole...-

"Ottimista, caparbia, serena."

E noi ti aspetteremo qui Francesca, nuovamente su Stelle di Giorno, per un'altra intervista, un'altra emozione!

Condividi su:

Seguici su Facebook