Il silenzio della montagna

Rubrica Beautiful Mind

| di Olga Dzhulai
STAMPA

Sono in cima alla montagna. 
Con il vento che mi soffia sulla fronte. A volte le sue raffiche sono molto forti e i capelli si mettono ad ondeggiare. Ma nessuno, neanche per un secondo, si lamenta di essersi alzato nel suo giorno libero per salire in cima. Un po' freddo e mi avvolgo in una giacca calda.

Il cielo è chiaro. 

I paesaggi sono di una bellezza indescrivibile. E solo per un secondo, questo mondo si blocca in anticipo. Gli uccelli tacciono, anche il vento si calma, e tu senti questo silenzio con il tuo sesto senso. Immagina quanto sia perfetto venire qui all'alba ed incontrare il SOLE. Prima il colori e la luce che strisciano lentamente fuori da dietro la montagna. E ognuno di noi aprirà una nuova pagina della sua vita. 

Sulla cima della montagna si può dimenticare di tutto. Tutti i tuoi problemi diventano così insignificanti. Ti senti così unito alla natura e all'Universo. Percepisci una grande ispirazione. Diventa facile respirare. E una sensazione di autostima comincia a crescere molto lentamente nel petto. 

Puoi fare tutto! 

Questa sensazione dentro di te sta crescendo e guadagnando forza. Non sarai mai più lo stesso. Un qualcosa di eterno rimarrà in te per sempre, parte di questo universo e tu stessa ora farai parte di questo. Sei libera da pregiudizi, stereotipi, opinioni umane. C'è la sensazione di superare il margine, attraversare il confine delle tue possibilità e di espanderle. Ottieni forza. Sei libera.

Ti metterai al volante dell’auto per tornare a casa, accenderai U2 o Cold play, il telefono squillerà e tu risponderai. Arrivi a casa. Ma un giorno sentirai un vago pensiero. Continuerai a pianificare altre camminate volendo scappare dai rumori della città, diventando più forte. E un giorno getterai le tue cose in uno zaino e di nuovo via, i segni di un'autostrada, di piccoli alberi e di torrenti. Stai arrivando. Sulla strada per le montagne.

Perché mi piacciono le montagne? Per la possibilità che ti danno di fermarti. In questo enorme flusso vivace di vita e di sentire la pace e l'armonia. Non crederai, ma creerà la sensazione di esserti spostato su un altro livello di coscienza, come se non fossi su questo pianeta, vedendo cose che sono al di là della comprensione.

Mi sembra che in montagna le ali inizino a crescere:) 
Non so di chi siano le parole, ma riflettono esattamente questo stato.

Quando ci sono ali per l'anima, allora non c'è limite alla perfezione. Quando vedi le montagne intorno a te i laghi e senti quest'aria pulita, ti rendi conto che sei nato per qualcosa. E che vuoi vivere respirare e creare.
 

Olga Dzhulai

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK