Il mio Winterfell

Rubrica SIAMO TUTTI STRANIERI

| di Olga Dzhulai
STAMPA

-Dove sei sparita? 

-Sono a “Winterfell”:)

-Cos’è il “winterfel”?

-Non guardi “Throno di Spade”? È il mio regno, rifugio del Nord:) Sta nevicando qui. Fa molto freddo. Sono in Ucraina. A casa. 

Kyiv è la madre di tutte le città russe, situata sulle rive del fiume Dnepr - capitale dell’Impero Ucraina. 

Kyiv appartiene a quelle città d’Europa nella cui storia si riflette il destino di intere nazioni e di molti stati. 

La bellezza e la grandezza della capitale antica stupiscono e affascinano molte persone. 

La sua storia risale a molti secoli fa. Come molte città antiche ha una leggenda un po’ poetica. Sulle rive del Dnepr in quei giorni abitava una tribù del Polyan-Slovenian; da quella tribù venivano tre fratelli Kyi, Schek (non Schrek) e Horyv. Che nomi! 

Ispirati dalla bellezza dalla loro sorella Lybid (si dice che fosse bella come il sole, che avesse occhi blu luminosi e capelli biondi e lunghi) fondarono Kyiv grad in onore suo e la chiamarono al nome del fratello maggiore Kyi. 

La città fu costruita secondo tutte le regole dell’architettura difensiva altomedievale e fu conquistata dal principe Oleg di Novgorod che ne fece la capitale principesca. Mi piace quella parte della storia del mio paese. Il regno. My Winterfell:) 

Da quel momento ad oggi molte cose sono cambiate. Ma una cosa che è rimasta invariata è la neve che cade abbondantemente ricoprendo le tenere colline. Il Dnepr si congela e gli abitanti si accucciano nelle loro pellicce, aspettando la primavera...


 

Olga Dzhulai

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK