Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

18 febbraio: 55 candeline per Roberto Baggio

L'almanacco di oggi

Redazione
Condividi su:

Roberto Baggio: Nato a Caldogno (in provincia di Vicenza) è stato un calciatore, attaccante di Fiorentina, Juventus (dove ha vinto nella stagione 94/95 lo scudetto e la Coppa Italia), Milan (scudetto 95/96), Bologna, Inter e Brescia, dove ha concluso la carriera nel campionato 2003/04 (la società, in suo onore, ha ritirato la maglia numero 10).

Il divin codino (il suo soprannome per via dell'acconciatura) è riconosciuto come uno dei più bravi calciatori della storia mondiale di questo sport, infatti nel 2004 Pelé l'ha inserito nella FIFA 100, la lista dei 125 più grandi calciatori viventi.

Non ha mai vinto la classifica marcatori della serie A ma è settimo, con 205 reti in 452 partite, nella graduatoria dei cannonieri di tutti i tempi, preceduto solo da Piola, Nordahl, Totti, Meazza, Altafini e Di Natale (che l'ha superato il 2 maggio 2015).

Nel 1993 ha vinto il Pallone d'oro, riconoscimento assegnato solo ad altri quattro calciatori italiani: Omar Sívori, Gianni Rivera, Paolo Rossi e Fabio Cannavaro.

In Nazionale ha totalizzato 56 presenze e 27 gol, che lo posizionano al quarto posto tra i marcatori azzurri, a pari merito con un altro grande numero 10: Alessandro Del Piero. Altro primato in azzurro di Baggio è essere l'unico giocatore italiano ad aver segnato in tre Mondiali diversi (1990, 1994, 1998). Vice campione del mondo nel 1994, ha vinto il bronzo ai Mondiali di Italia '90.

Condividi su:

Seguici su Facebook