Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Paola Bruni nelle liste di Enrico Michetti: nuovi progetti

| di Mariamma Ma
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Paola Bruni, dirigente ente riconosciuto Coni Opes Benessere, da sempre attiva nell'ambito delle pare opportunità e nel sociale, fondatrice dello Sportello Donna, farà parte della lista civica Enrico Michetti Sindaco per il centrodestra. Lo Sportello Donna è nato ad Anzio nel 2012 nell'ambito nelle iniziative per le Pari Opportunità con l'Associazione Culturale Fiore di Loto, l’idea venne proposta per offrire un servizio gratuito  a tutte le donne che vivono quotidianamente il malessere familiare e sociale. Tra i servizi che venivano messi a disposizione, oltre al sostegno psicologico, era presente il sostegno legale con avvocati e consulenza mirata alla realizzazione dell'imprenditoria femminile e quindi l'emancipazione e la ricerca di un sostegno economico.

Paola Bruni: I temi su cui vertono i miei progetti sono la violenza sulle donne, la rivalutazione e il sostegno delle periferie ed i cittadini in difficoltà e il diritto allo sport. Per le famiglie di Roma le risorse economiche disponibili sono troppo poche, bisogna investire nelle periferie già esistenti senza crearne di nuove, avendo rispetto delle stesse e ricostruendo quello che già è presente, come strade centri comuni, scuole, ambulatori medici. Le periferie non sono “altro” rispetto alla città, le periferie sono la città. Questo è il mio impegno. Farmi portavoce di tutte le realtà del Comune di Roma. Quanto più riusciremo a contenere le disuguaglianze e ad assicurare in modo diffuso una buona qualità della vita alle persone che vi abitano, tanto più Roma diventerà città virtuosa e in grado di contribuire fattivamente al benessere delle famiglie romane. Importante è anche il diritto allo sport per i suoi contenuti sociali, educativi, formativi è un diritto di tutti i cittadini, bisogna intervenire, laddove si evidenziano segnali di criticità del sistema, per fa sì che non ci si limiti ad essere un semplice slogan, ma la sintesi di una serie di azioni concrete dirette a favorire la crescita del sistema sportivo cittadino.

Mariamma Ma

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK